Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La neve sta visitando il Triveneto e l'Emilia-Romagna

Nelle ultime 24 ore fiocchi bianchi anche sul Piemonte occidentale e la Toscana. Molta pioggia sulle altre regioni con nevicate sull'Appennino. Per oggi il tempo migliorerà gradualmente a partire da ovest, ma la tregua sarà davvero breve. Intanto sull'Europa nord-orientale il freddo ha raggiunto punte inferiori ai -30°C. Gelato per lunghi tratti il Baltico: non accadeva dal 1987!

Prima pagina - 7 Gennaio 2003, ore 07.11

LIVE ITALIA: risveglio bianco con venti di Bora questa mattina per il Veneto, il Trentino, il Friuli e l'Emilia-Romagna. Si contano alcuni cm nell'udinese, triestino, modenese, una bufera di neve sta imperversando sulla Valle di Fiemme e di Fassa. La pioggia si è trasformata in neve sino a bassa quota grazie all'inserimento dei venti di Bora e al contemporaneo passaggio di un fronte freddo in arrivo dalla Germania. L'occlusione che è nata sull'alto Adriatico andrà spostandosi rapidamente verso SE determinando un graduale miglioramento. Nel frattempo il minimo principale ha già raggiunto le nostre regioni meridionali: proprio al centro-sud nelle ultime 12-18 ore si sono registrate le precipitazioni più abbondanti e anche qualche temporale. La neve è caduta a quote molto basse sulla Toscana ma non si è fatta desiderare anche nelle località più famose dell'Appennino centrale. Il fronte è seguito da un flusso di correnti settentrionali di origine artica continentale ma non fatevi incantare dalle parole altisonanti: non ci piomberà addosso la Siberia! La temperatura comunque continuerà a diminuire su tutta la Penisola, soprattutto in montagna. Per una depressione che ci lascia, un'altra è pronta a dargli il cambio nella giornata di domani, complicando la situazione. FLASH EUROPA: questa mattina ritroviamo valori davvero siberiani, qui il termine si può usare, sulla Bielorussia, la Russia e la Finlandia: pensate -34 a Minsk, -30 a Mosca e -30 ad Helsinki, ma fa molto freddo anche in Germania con -10°C a Berlino, non scherza Parigi con -6°C, va ancora peggio Glasgow con -9, si difende Vienna con -7. Il brusco calo della temperatura ha avuto il merito di far rientrare rapidamente il rischio di alluvioni su tutta l'Europa centrale. Reno, Mosella, Reno, Danubio, Weser, Neckar ora fanno meno paura. Le gelate hanno inibito l'afflusso di altra acqua nell'alveo dei fiumi ed ora la situazione pare sotto controllo. L'arrivo della neve ha quasi paralizzato l'ile de France e l'aeroporto di Roissy a Parigi. Sulle autostrade è stato il caos con gli automobilisti bloccati per oltre 15 ore e inevitabili grosse polemiche, come del resto era già accaduto nel 1999. SITUAZIONE: un'area di alta pressione in rimonta verso le latitudini nord-occidentali europee, favorisce la discesa sull'Europa centrale di un ramo del vortice polare. In quota nelle prossime 24 ore ritroveremo una figura depressionaria che farà convergere nel Mediterraneo una perturbazione proveniente dall'Atlantico. Il parziale blocco del flusso zonale occidentale sarà all'origine di un ulteriore raffreddamento sulla Penisola con un flusso di correnti da NE che andrà intensificandosi da giovedì a sabato. Toccherà con tutta probabilità al settentrione sperimentare i valori più bassi. Quanto alle precipitazioni, queste continueranno a prediligere le regioni centro-meridionali e solo tra mercoledì e giovedì interesseranno anche parte del nord Italia. EVOLUZIONE da venerdì a domenica: sino a sabato tempo freddo, ventoso e a tratti nevoso con precipitazioni che al nord risulteranno sporadiche seppur nevose sino al piano, localmente moderate al centro con neve sino a quote collinari, a tratti ancora importanti al sud con neve sui 600-700 m. E OGGI? NORD: nuvoloso con rovesci di neve sul nord-est e l'Emilia-Romagna in mattinata ma con tendenza a miglioramento nel pomeriggio. Sereno sul nord-ovest con banchi di nebbia sul basso Piemonte e gelate mattutine. Ventoso sulla Liguria, qualche rinforzo di Tramontana sulle Alpi. Bora gelida sull'alto Adriatico. Temperatura in calo sulle regioni orientali, in lieve ma illusorio aumento ad ovest. CENTRO: al mattino ancora nuvoloso ovunque con qualche rovescio, nevoso oltre i 300-500 m sulla Toscana e sulle Marche, oltre i 700-800 m altrove. Con il passare delle ore migliora su Tirreno e Sardegna, ancora nubi e qualche pioggia o nevicata sino a metà pomeriggio su Marche ed Abruzzo con neve in abbassamento sino a 300 m, localmente sin sul litorale sulle Marche. Temperatura in forte diminuzione, specie sull'Adriatico. SUD: tempo instabile con rovesci anche temporaleschi e nevicate sull'Appennino oltre i 1000 m. Sulla Sicilia rischio di precipitazioni più basso. Tendenza a graduale miglioramento a partire dai versanti tirrenici ma venti forti di Maestrale in inserimento a partire dal Tirreno. Temperatura in diminuzione. DOMANI: dopo una nottata serena ma fredda su buona parte d'Italia seguirà un nuovo peggioramento a partire dai versanti tirrenici. Al nord sarà possibile qualche debole nevicata sino in pianura, a partire dal pomeriggio, al centro la neve scenderà sino a 300-500 m, al sud oltre i 900-1000 m. Dove non nevicherà saranno la pioggia ed il vento a risultare protagonisti. Consultate i prossimi aggiornamenti...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum