Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La neve è arrivata ad Aosta, Cuneo e Torino

Localmente i fiocchi hanno toccato quote prossime alla pianura su Piemonte e Valle D'Aosta. La perturbazione sta marciando verso ESE e interesserà anche il sud peninsulare in serata e nella prima parte di domani. Al suo seguito si conferma una rimonta anticiclonica sub-tropicale.

Prima pagina - 24 Gennaio 2002, ore 06.37

Buongiorno Italia, un buon giorno dedicato a tutti quelli che aspettavano la pioggia e la stanno osservando cadere, a quanti aspettavano la neve e vedono fiocchi generosi imbiancare il loro paesino di montagna oppure ai torinesi e ai valdostani che la stanno vedendo sempre più da vicino, ma anche a quanti sono rimasti delusi perchè si aspettavano una quota neve più bassa. APPENDICE Già, come mai la neve non è scesa sino a quote basse al nord, se non su alcune zone del Piemonte, visto che le temperature al piano lo avrebbero quasi consentito? Molti sono i parametri che vengono utilizzati in queste situazioni per stimare la quota neve e non sempre tutti si incastrano a dovere. Innanzitutto il sondaggio termo-dinamico ci aiuta a scovare la quota dello zero termico nelle varie località, a considerare il rapporto tra umidità e punto di rugiada, a prendere in esame le eventuali inversioni termiche e le omotermie. Poi si analizzano le caratteristiche del corpo nuvoloso in arrivo. La parte fredda del sistema contribuisce generalmente ad abbassare il limite delle nevicate sino a quote basse se molti dei parametri considerati sono soddisfatti. In realtà la massa d'aria in arrivo è decisamente troppo mite e soprattutto in gennaio la convezione è molto scarsa, in altre parole non si formano nubi a sviluppo verticale tali da rovesciare con facilità aria fredda nei fondovalle. Allora, direte voi, è più facile che nevichi a marzo in una simile situazione! Almeno per la collina la risposta è affermativa. Comunque il nucleo più freddo qualche risultato lo ha sortito: la neve, anche se pesante, si sta facendo largo verso la pianura su Piemonte e Valle d'Aosta. SITUAZIONE GENERALE: la perturbazione muove abbastanza rapidamente verso levante interessando gradualmente tutta la Penisola, ad eccezione della Sicilia. Nel corso del pomeriggio tendenza a graduale miglioramento sul settore nord-occidentale. Domani sereno con venti di Maestrale su Sardegna, Sicilia e regioni tirreniche con episodi favonici su Piemonte, Valle d'Aosta e Lombardia. Ultimi annuvolamenti e qualche precipitazione residua sui versanti orientali e sul meridione peninsulare con venti di Bora su alto Adriatico, ancora Scirocco su basso Adriatico e Jonio ma in attenuazione. Sabato una perturbazione collegata al flusso occidentale atlantico sfiorerà le Alpi ma senza produrre precipitazioni. Nel contempo una rimonta anticiclonica di matrice sub-tropicale, cioè associata a discendenze di aria molto mite e stabile verso il suolo, si spingerà dall'Africa settentrionale verso l'Italia, determinandovi tempo soleggiato almeno sino a martedì. Per mercoledì è prevista una lieve attenuazione del campo barico ma al momento non sappiamo se ad esso potrà seguire un cambiamento nello stato del tempo. Circolazione: si segnalano nevicate sulla Torino-Savona, sulla Torino-Morgex e sulla Torino-Bardonecchia. Neve segnalata anche al traforo del Gottardo in Canton Ticino da Quinto sino ad Airolo (1175 m). PREVISIONI PER OGGI: Al nord tempo perturbato con piogge diffuse e nevicate tra i 500 e i 1100 m. In alcune vallate strette, sul Piemonte occidentale e la Valle d'Aosta il limite neve sarà prossimo alla pianura. Miglioramento della qualità dell'aria in città. Dal pomeriggio tendenza ad attenuazione dei fenomeni su Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria ed ovest Lombardia dove in serata giungeranno ampie schiarite. Temperatura in lieve calo in quota, in lieve aumento al piano. Venti meridionali, in rotazione a nord-ovest sulle Alpi occidentali in giornata. Al centro cielo molto nuvoloso o coperto con piogge sparse e locali rovesci, occasionalmente temporaleschi sulla Toscana e sul Lazio. Nevicate in media oltre i 1400-1500 m. Temperature massime in lieve calo. Venti moderati tra Libeccio e Scirocco con tendenza a ruotare da nord-ovest sulla Sardegna, dove nel pomeriggio si avranno ampie schiarite. Al sud nuvolosità in ulteriore aumento a partire dalla Campania con piogge sparse. Sulla Sicilia cielo velato tendente ad irregolarmente nuvoloso ma tempo secco. In serata ulteriore peggioramento con piogge diffuse, specie su Campania, Molise, Basilicata e Puglia. Quota neve molto elevata, oltre i 1800 m. Temperatura stazionaria, venti deboli meridionali tendenti temporaneamente a rinforzare.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.59: A1 Roma-Napoli

fog

Nebbia a banchi nel tratto compreso tra Pontecorvo (Km. 658,3) e Caianello (Km. 700,8) in entramb..…

h 05.32: A5 Torino-Courmayeur

blocco incidente

Traffico bloccato causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo S. Giorgio Canavese (Km. 24,9) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum