Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'ora dei temporali per il NORD

Intanto la Lombardia sta per chiedere lo stato di calamità naturale. Po ai minimi storici; temperature eccezionalmente alte anche in Valle d'Aosta. Ieri violenta grandinata a Trento e in Valsugana. Entro questa sera molte zone del nord saranno sotto i temporali, domani anche i rilievi toscani, l'Umbria e le Marche. Per il resto ancora soleggiato.

Prima pagina - 26 Giugno 2003, ore 06.36

COSA ACCADRA' OGGI? Nella "rete" anticiclonica che collega l'anticiclone sul medio Atlantico con quello sull'Europa settentrionale si è aperto uno squarcio piuttosto importante che consentirà oggi la penetrazione di aria fresca sulle pianure del nord. Contemporaneamente si va temporaneamente attenuando l'influsso dell'anticiclone africano sul nostro Paese, anche se al sud, sulle isole e su parte del centro la situazione meteorologica NON è destinata a mutare in modo significativo. EVOLUZIONE per i prossimi giorni Domani e sabato si rinnoveranno al nord condizioni temporalesche con interessamento anche delle pianure. I temporali guadagneranno spazio anche sulle Marche, i rilievi toscani e gran parte dell'Umbria. Per il resto poche novità. Nel corso di sabato tendenza a stabilizzazione. Dall'Atlantico intanto giungerà una depressione importante che sfrutterà quello squarcio di cui abbiamo parlato, posizionandosi sul Golfo di Biscaglia e influenzando da lunedì a mercoledì il tempo della regione alpina e marginalmente del resto del nord e della Toscana, sul resto d'Italia prevalenza di tempo assolato grazie alla presenza dell'anticiclone africano. I TEMPORALI DI OGGI: dapprima colpito il nord della Lombardia e il Trentino-Alto Adige, molte nubi anche sulla Valle d'Aosta con rovesci, sul resto del nord più sole ma anche qualche addensamento. Nel pomeriggio-sera fioritura temporalesca estesa in sfondamento dal Triveneto verso la Lombardia ed il basso Piemonte, interessate anche le zone pianeggianti! Entro la serata coinvolgimento anche dell'Emilia-Romagna e della Liguria. Raffiche di vento violente e grandinate possibili. Brusco calo termico nelle zone interessate dai fenomeni. AL CENTRO qualche isolato focolaio temporalesco sui monti marchigiani e toscani in serata, per il resto soleggiato e caldo. Al SUD soleggiato e molto caldo. PREVSIONI DOMANI: al mattino al nord ancora qualche rovescio, poi ampie schiarite. Nel pomeriggio nuovi temporali sparsi a partire dalle montagne. Ulteriore lieve calo termico. Sulle Marche tempo instabile con temporali pomeridiani, anche forti nell'entroterra, su Umbria centro-settentrionale e monti toscani attività temporalesca moderata nel pomeriggio-sera, anche sull'Abruzzo isolati focolai temporaleschi tra il mare aperto e le montagne, sul resto del centro abbastanza soleggiato. Temperatura in lieve calo. Al SUD ancora tempo buono con qualche cumulo pomeridiano in montagna. Temperature senza grosse variazioni. NEWS: ieri pomeriggio un breve temporale ha attraversato la Valtellina, l'alto Bresciano e ha raggiunto la città di Trento, provocando anche una grandinata che è risultata più fitta in Valsugana. Temporale anche ad Udine con 40 mm di accumulo. Sono i segnali delle prime infiltrazioni di aria più fresca ed instabile in quota. Una lieve flessione della struttura anticiclonica africana favorirà una maggiore penetrazione e diffusione dei temporali nel corso della giornata odierna al nord. Intanto il Po è ai minimi storici lungo gran parte del suo corso, così come il Lago d'Iseo è un metro sotto i valori normali. In Valtellina un provvedimento regola l'uso dell'acqua con divieto assoluto di innaffiare i giardini e lavare le macchine. Pensare che solo 7 mesi fa nella zona si è vissuta un'alluvione. L'ondata di caldo presente sull'Italia ha provocato temperature eccezionali non solo nelle pianure, ma anche nel cuore delle Alpi, in Valle d'Aosta, con picchi che non si verificavano da molti decenni. Da molti giorni le massime hanno oscillato fra 31 e 34°C a 1.000m in alta Valle d'Aosta, ai piedi del Monte Bianco, e fra i 32 e i 36°C nella conca di Aosta (a 550m). Il disagio fisico è rimasto tuttavia molto più contenuto rispetto ad esempio alle città della Pianura Padana, grazie all'umidità molto ridotta (per lo più intorno al 15-20%) e alla ventilazione, sempre molto vivace. In particolare ecco alcuni valori massimi indicativi registrati nel corso di questi ultimi giorni: a 600m: +38°C; a 1.000m: +34°C; a 1.500m: +29°C; a 2.000m: +27°C; a 2.500m: +23°C

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.44: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ancona Sud (Km. 230,4) e Ancona Nord (Km. 213,5) in direzione B..…

h 23.40: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ancona Sud (Km. 230,4) e Ancona Nord (Km. 213,5) in direzione B..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum