Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'inverno italico umiliato da un vortice polare impazzito e da un'alta pressione mostruosa? Forse NO!

Analisi su quanto potrebbe accadere sino a metà gennaio.

Prima pagina - 22 Dicembre 2016, ore 11.37

Le sorti dell'inverno saranno segnate dall'anticiclone? Non necessariamente.
Nel periodo natalizio infatti solitamente l'attività del vortice polare raggiunge il suo massimo ed è assolutamente normale ormai sperimentare una grande corrispondenza tra ciò che avviene nella parte alta dell'atmosfera (stratosfera) e ciò che avviene nella zona più prossima a noi (troposfera).
 
Questo non significa che tutta la stagione sia poi segnata da un flusso di correnti zonali miti sul nord del Continente e dall'ingombrante presenza dell'alta pressione sull'Europa centrale e mediterranea.

Si nota subito infatti dall'analisi a lungo termine del comportamento del vortice polare stratosferico la tendenza ad un riscaldamento in area siberiana dai primi giorni di gennaio, a cui corrisponderà un raffreddamento di un nocciolo gelido proprio in corrispondenza dell'Europa.

Non fatevi impressionare dalla carta: quel gran freddo in quota non si osserverà anche al suolo, ma la notizia è che il vortice polare stratosferico si presenterà disturbato, si tratta insomma di un segnale che l'indice NAM, relativo alla sua potenza, difficilmente salirà oltre la soglia di +1.5°, oltre la quale ne viene condizionato negativamente anche il nostro inverno. Per ora è fermo a +0.5 circa.

A fornire ulteriori indizi in tal senso è l'oscillazione artica, con sigla AO, che monitora la forza dei piani bassi del vortice polare: esso toccherà il suo acme a Natale, per poi progressivamente abbassarsi ed avvicinarsi ad un valore neutro entro i primi giorni di gennaio.

Cosa significa? Che il grande treno delle correnti perturbate atlantiche potrebbe frenare e concedere all'aria fredda di dilagare verso sud anche in Europa, magari solo sui settori più orientali del Continente, oppure coinvolgendoci in modo più netto, ma questo si vedrà solo tra qualche giorno.

Non diamo dunque l'inverno per spacciato a solo qualche ora dal suo arrivo astronomico.

SINTESI per tutti
-In pratica sin verso la fine di dicembre i disturbi al dominio dell'alta pressione saranno limitati al versante adriatico e al meridione, altrove continuerà la fase stabile ed anche nebbiosa al nord.
-Dai primi di gennaio i disturbi potranno diventare più decisi ed importanti ma con risvolti ancora tutti da comprendere.


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.11: SS130 Iglesiente

incidente

Incidente che coinvolge più veicoli nel tratto compreso tra 1,664 km dopo Decimomannu/Innesto Ss13..…

h 03.31: SS106 Jonica

incidente

Incidente a 5,528 km prima di S.Elia (Km. 26,8) in direzione Taranto…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum