Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'aria fredda ci sfiora ma l'anticiclone è sempre più inquietante

Una massa d'aria fredda transita tra centro Europa e Balcani, coinvolgendo solo marginalmente il nostro Paese, dove è prevista un'accentuazione dell'instabilità a ridosso delle Isole Maggiori. Da mercoledì a venerdì tempo anticiclonico con locali nebbie e nubi basse, specie sulla Toscana. Durante il fine settimana possibilità di un veloce passaggio piovoso al nord.

Prima pagina - 30 Ottobre 2017, ore 07.24

Il favoloso tramonto di ieri sera in Valpadana, determinato da una combinazione di fattori: aria secca in quota, favonio in quota e presenza di polveri in sospensione a causa dei vasti incendi in Piemonte.

SITUAZIONE: una massa d'aria fredda coinvolge il centro Europa e i Balcani e invia qualche refolo fresco anche sul nostro Paese, responsabile di annuvolamenti irregolari, di un certo calo termico e di episodi di instabilità a ridosso del Tirreno centrale e meridionale e delle isole Maggiori.

EVOLUZIONE: entro martedì l'aria fredda se ne andrà verso est attenuata, senza incidere in modo importante sul tempo del nostro Paese, che invece ritroverà l'abbraccio del solito anticiclone, una figura sempre più inquietante e preoccupante per la sua persistenza sul nostro Paese. Da mercoledì a venerdì tempo buono salvo locali nebbie e una lieve instabilità possibile a ridosso della Toscana, ma da confermare.

TEMPERATURE: risulteranno in diminuzione sino all'alba di mercoledì, specie nei bassi strati, poi torneranno a salire. Farà così un po' di freddo nottetempo e al mattino. 

FINE SETTIMANA: il potenziale peggioramento del fine settimana stamane risulta sempre più modesto secondo il modello americano. Un brutto segnale vista la distanza temporale, perché potrebbe volerne anche dire la cancellazione entro qualche emissione. In ogni caso si tratterebbe del passaggio di una veloce perturbazione al nord e sulla Toscana nella giornata di domenica. 

SICCITA': le correnti occidentali appaiono troppo tese e l'anticiclone troppo alto di latitudine per consentire un vero cambiamento del tempo sino al 10 novembre, altra data in cui stamane il modello americano segnala un altro peggioramento (poco convincente). Così si va aggravando la situazione della siccità su molte regioni. Se nemmeno a novembre dovesse arrivare la pioggia, le conseguenze sarebbero gravi anche per la popolazione. (Razionamento idrico). 

OGGI: rientro di aria un po' più fresca da est con parziali annuvolamenti al nord e in Adriatico ma senza conseguenze, passaggi nuvolosi lungo il Tirreno, tendenti a localizzarsi tra le Isole Maggiori, le Eolie e le coste di Campania e Calabria tirrenica, con associati rovesci sparsi. Temperature in lieve calo, più importante in Adriatico.

DOMANI: tempo simile, ulteriore lieve calo termico, ma tendenza a miglioramento sulle isole. Tendenza a schiarite un po' su tutte le regioni.
 

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum