Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'AQUILA e CAMPOBASSO assediate dalla NEVE

Mentre al nord la domenica è trascorsa sotto un bel sole che invitava ad uscire all'aperto, su molte zone del centro-sud è caduta la neve sino a bassa quota. I fenomeni sono risultati particolarmente copiosi a L'Aquila e a Campobasso.

Prima pagina - 17 Marzo 2003, ore 07.12

CRONACA Dopo la fugace e locale comparsa nella giornata di sabato al nord, dove comunque non ha lasciato traccia di sè, la neve ha invece lasciato il segno su molte regioni del centro-sud nella domenica appena trascorsa. Se temporanei rovesci bianchi hanno interessato Viterbo, Assisi, Norcia, una nevicata con i fiocchi ha messo in ginocchio gran parte dell'Abruzzo da Sulmona a L'Aquila* (vedi articolo speciale). La tappa della Tirreno-Adriatica di ciclismo è stata annullata, le scuole oggi nel capoluogo abruzzese resteranno chiuse. Stessa situazione in Molise: colpita soprattutto Campobasso con oltre 30 cm di coltre bianca. I fiocchi si sono affacciati anche in Puglia sulle Murge sino a sfiorare Bari, neve anche nel potentino e in Irpinia. La neve è caduta anche sui monti siculi e sardi*(vedi articolo speciale). A marzo tutto questo è naturalmente possibile e non deve far gridare all'eccezionalità. Non possiamo però fare a meno di rimarcare che negli ultimi 50 giorni la presenza di una vasta zona anticiclonica distesa tra l'Europa centrale e settentrionale ha pilotato impulsi di aria fredda sulle nostre regioni meridionali ed adriatiche, lasciando invece totalmente a secco molte zone del nord, in primis le Alpi, e le regioni centrali tirreniche. Proprio sui boschi del settentrione diventa sempre più alto il rischio di incendi boschivi. SITUAZIONE: La vasta zona anticiclonica posizionata tra il Mar di Norvegia e le Alpi seguiterà a mantenersi stazionaria. La sua scarsa attitudine a scendere verso sud, lascerà ancora libere praterie favorevoli alla discesa dell'aria fredda, che investirà ad impulsi le regioni adriatiche e quelle meridionali, sia pure in modo più marginale rispetto a quanto appena vissuto. Tra martedì e mercoledì infatti assisteremo ad una nuova accentuazione dell'instabilità su Abruzzo e più in generale sul meridionale. Da giovedì a sabato ritroveremo ovunque una discreta protezione anticiclonica. Al nord proseguirà senza interruzioni il lungo periodo asciutto. Da notare comunque che l'aria fredda colpirà per tutta la settimana l'est europeo provocando reiterati rovesci di neve sulla Russia, l'Ucraina, la Romania, la zona del Mar Nero e il nord della Turchia. PREVISIONI OGGI: ben soleggiato al nord e sulle regioni centrali tirreniche. Un po' di nuvolosità residua insisterà in mattinata su Marche, Abruzzo ed Umbria orientale con qualche rovescio nevoso sino a 500-600 m ancora possibile. Tempo discreto o buono sulla Sardegna. Al sud instabilità con qualche rovescio sulla Calabria e il nord della Sicilia, anche nevoso oltre i 700-800 m. Maggiori schiarite sulla Puglia ma sempre in un contesto di grande variabilità. Qualche fiocco di neve residuo ancora possibile sui monti della Lucania e della Campania. Nel pomeriggio temporaneo miglioramento ovunque. Nel contempo però aumento della nuvolosità medio-alta sull'arco alpino orientale e, in serata, anche sulle Venezie. Temperatura in lieve aumento nei valori massimi. Venti ancora moderati o forti al centro-sud da NNE. DOMANI In mattinata un po' di variabilità su basso Veneto, Romagna, basso Friuli con basso rischio di fenomeni e con tendenza a miglioramento. Sul resto del nord tempo discreto con qualche annuvolamento passeggero. Al centro nuova moderata accentuazione dell'instabilità su Marche, Abruzzo ed Umbria orientale con qualche isolato rovescio, nevoso oltre i 600-700 m, in particolare sull'Abruzzo meridionale; più sole su Tirreno, Umbria occidentale e Sardegna. Al sud mattinata discreta, nel pomeriggio peggiora su Molise e Puglia Garganica con qualche rovescio, nevoso oltre gli 800 m. In serata nubi in generale aumento anche sul resto del meridione con possibili piogge sul nord della Sicilia, qualche fiocco di neve oltre gli 800 m sui monti campani e lucani. Temperatura stazionaria ma tendenzialmente in nuova leggera flessione. Venti ancora in rinforzo da ENE.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 04.29: SS107 Silana Crotonese

catene sdrucciolevole

Ghiaccio nel tratto compreso tra 2,283 km dopo Incrocio Moccone - SS279 Silana Di Rose (Km. 63,4) e..…

h 03.47: A1 Roma-Napoli

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Frosinone (Km. 623,8) e Ceprano (Km. 64..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum