Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'addio al 2011 con la neve sulla cresta delle Alpi e un po' di instabilità mattutina su Sardegna e meridione

Per il resto si imporrà il sole, pur in un contesto complessivamente ventilato e piuttosto freddo. Da martedì 3 ennesima rimonta anticiclonica fino al'Epifania quando si prospetta un interessante break invernale al centro e al sud.

Prima pagina - 31 Dicembre 2011, ore 08.10

 SITUAZIONE: tra un centro di alta pressione con massimi sul vicino Atlantico e una struttura depressionaria centrata sul Mediterraneo centrale si inserisce un attivo flusso di correnti nord-occidentali che recherà un consistente pacchetto di aria polare marittima moderatamente fredda. Entro questo flusso nella giornata oderna transiterà na perturbazione che addosserà ai versanti nord-alpini i fenomeni più significativi, mentre refoli secondari interesseranno Sardegna ed estremo sud con una lieve instabilità, specie al mattino.

EVOLUZIONE: il giorno di Capodanno l'allontanamento della perturbazione promuoverà un temporaneo rialzo della pressione, mentre tra lunedì e martedì una seconda perturbazione, benchè più debole, riuscirà parzialmente a entrare sui nostri mari di ponente, generando qualche pioggia al nord e lungo il Tirreno. 

NEVE: anche abbondante al mattino di sabato lungo la cresta delle Alpi a quote che si alzeranno però progressivamente a partire da ovest fin oltre i 1300-1500 metri tra pomeriggio e sera, prima di attenuarsi. Qualche fiocco possibile in mattinata anche sull'entroterra abruzzese e molisano intorno agli 800 metri e sul Gargano intorno ai 1000 metri.

VENTO: forte da Ponente in quota su centro-ovest Alpi, sostenuto da nord su Sardegna e al centro-sud, in generale attenuazione nel corso della giornata.

LUNGO TERMINE: dopo un intervallo anticiclonico previsto tra il 3 e il 5 gennaio, è previsto il passaggio di un nuovo nucleo di aria artica marittima accompagnato da un aattiva perturbazione che interesserà il nostro centro-sud con nevicate a bassa quota e venti forti, soprattutto lungo i versanti adriatici.

OGGI: nevicate lungo la cresta delle Alpi a quote che dai 500-600 metri della mattinata, si alzerà progressivamente fino a i 1300-1500 metri del pomeriggio-sera. Sempre in mattinata qualche nota di instabilità su medio-basso Adriatico e Sardegna con eventuali deboli rovesci, nevosi in Appennino e sul Gargano tra 800 e 1000 metri. Altrove bel tempo, con qualche velatura in transito al nord-est. Temperature in incipiente rialzo sulle Alpi.

DOMANI: in mattinata ultime nevicate lungo le creste alpine di confine oltre i 1700-1800 metri, in attenuazione. Altrove soleggiato ma con aumento della nuvolosità medio bassa su Liguria, basso Piemone, Sardegna e Toscana per rotazione del vento dai quadranti meridionali. Temperature in aumento, specie al centro e al sud.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum