Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

IRRUZIONE FREDDA alle porte! Tornerà anche la NEVE a quote basse in Adriatico...

Irruzione fredda tardiva ormai imminente. Provocherà qualche precipitazione su nord-est, centro e sud, specie sui versanti adriatici e in Appennino, dove mercoledì e giovedì torneranno rovesci di neve sino a quote collinari. Tempo migliore e temperature in rialzo nel fine settimana.

Prima pagina - 18 Aprile 2017, ore 07.42

FREDDO: alla fine i modelli sono riusciti a confermare questa irruzione fredda tardiva e le conseguenze sul territorio si vedranno a partire dal pomeriggio con una marcata instabilità su Triveneto, Emilia-Romagna, zone interne del centro e del sud. L'aria fredda si infilerà a tutte le quote e sfonderà da nord-est, insistendo sull'Italia sino a venerdì mattina, anche se l'acme è atteso per le prime ore di giovedì, quando in quota a 1500m su molte regioni è previsto l'ingresso dell'isoterma dei -4°C.

GELATE: sono attese su tutte le zone di montagna e nei fondovalle alpini ed appenninici, localmente anche sulle zone di pianura tra mercoledì e venerdì mattina, specie del versante adriatico, ma localmente anche in Valpadana.

COPRITEVIlo sbalzo termico rispetto ai giorni precedenti risulterà notevole, con valori notturni anche inferiori di 10°C rispetto a quelli odierni, e massimi tra 5 e 10°C inferiori rispetto a quelli di questi giorni. Rispetto alla media tra mercoledì e venerdì si scenderà tra 4-5°C a 1500m. Dimenticate per 72 ore di essere in primavera e copritevi adeguatamente!

FENOMENI: i fenomeni tra mercoledì e giovedì si concentreranno sul medio Adriatico e sul meridione e risulteranno a prevalente carattere di rovescio o temporale, con limite della neve sui 500-600m sull'Appennino marchigiano ed abruzzese, ai fondovalle alpini sui settori alpini di confine dell'Alto Adige, attorno a 700-800m sull'Appennino meridionale.

EVOLUZIONEil modello americano ci evita una seconda sferzata di aria fredda nel fine settimana 22-23 aprile e sino a martedì 25, relegandola oltralpe e sui Balcani ma subito dopo da mercoledì 26 propone un affondo più occidentale dell'aria fredda con conseguente maltempo ovunque a partire dal nord Italia. Evoluzione comunque ancora largamente da confermare. Seguite gli aggiornamenti e i raffronti con gli altri modelli!

OGGI: al nord-ovest e sulla Sardegna bel tempo ma con venti in rinforzo e diminuzione delle temperature entro sera, su est Lombardia, Triveneto, Emilia-Romagna instabile con rovesci sparsi e temporali, specie dal pomeriggio e sino a sera con limite della neve in calo sin verso i 1000m sull'Appennino emiliano. Sulle regioni centrali peninsulari instabile con rovesci temporaleschi pomeridiani sulle zone interne ed appenniniche, al sud instabile su Campania e Molise con brevi temporali pomeridiani, tempo migliore sulle altre regioni con ampie schiarite ma con isolati focolai temporaleschi nel pomeriggio all'interno. Temperature in calo a partire dal nord-est.

DOMANI: ventoso e freddo ovunque per la stagione, instabile su medio-basso Adriatico, zone interne del Lazio e del meridione in genere con rovesci, spunti temporaleschi, locali grandinate e spruzzate di neve su Marche ed Abruzzo oltre i 500-600m, oltre i 700-800m su quello meridionale. Temperature in ulteriore diminuzione.
  


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum