Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Instabile al centro-sud, migliora al nord, domenica fiocchi in arrivo sul centro-sud Appennino

La formazione di una depressione sull'Italia centro-meridionale favorirà nevicate a quote basse lungo la dorsale appenninica tra domenica pomeriggio e le prime ore di martedì, specie sul settore laziale, abruzzese, marchigiano, campano, molisano e lucano. Lunedì mattina qualche fiocco anche sul settore romagnolo. Un po' di freddo. Martedì nuove nevicate sui settori alpini confinali, ma mercoledì clamoroso e pericoloso riscaldamento con piogge alluvionali al nord delle Alpi.

Prima pagina - 17 Dicembre 2011, ore 08.13

PARVENZA D'INVERNO MA... Tutto farebbe pensare ad una relativa normalità con l'arrivo di un po' di freddo e della neve lungo la dorsale appenninica a bassa quota. In realtà stiamo vivendo sino ad ora una delle annate peggiori dal 1990 ad oggi. La situazione prevista tra martedì 20 e giovedì 22 è una delle peggiori che si possano ipotizzare, soprattutto per le Alpi in pieno inverno. L'anticiclonico dinamico strozzerà parzialmente una perturbazione a carattere caldo, ma la persistenza delle correnti da nord-ovest e l'estrazione mite della massa d'aria genererà eccezionali piogge a nord delle Alpi sino a quote decisamente elevate per la stagione, con ricaduta favonica eccezionalmente calda sui versanti meridionali e dunque effetto primavera sulla Valpadana. Non vogliamo pensare a cosa potrà succedere con tutta la neve caduta. Speriamo in un ridimensionamento delle termiche.

ARRIVA LA NEVE IN APPENNINO: intanto ecco una 48 ore di neve per l'Appennino centro-meridionale con la formazione di una depressione che favorirà fiocchi dalle quote collinari tra domenica pomeriggio e le prime ore di martedì. Nevicherà soprattutto sui monti laziali, abruzzesi, marchigiani, molisani, lucani, campani. Non sono attese nevicate comunque in pianura. Qualche fiocco lunedì mattina potrebbe coinvolgere anche le zone interne della Romagna.

FESTE DI NATALE: sarà nuovamente caratterizzato dall'influenza, pur parziale dell'anticiclone. Si avrà un po' di variabilità atlantica, con qualche veloce passaggio frontale a ridosso delle Alpi e forse prima della fine dell'anno un effimero calo delle temperature con qualche fenomeno nevoso in Appennino, ma nulla di eclatante. L'inverno non riuscirà probabilmente ancora a prendere pieno possesso dell'area mediterranea. Seguite comunque gli aggiornamenti. 

SITUAZIONE: aria fredda sta affluendo sull'Italia da nord-ovest dietro al fronte freddo che nella notte ha valicato le Alpi e si è ormai portato a ridosso delle regioni meridionali. Al suo seguito una linea di instabilità è attualmente attiva tra il Triveneto e le regioni centrali e si muove verso sud. Al nord-ovest cieli sereni, salvo residui nevicate sui settori alpini di confine.

EVOLUZIONE: domenica l'ulteriore afflusso di aria fredda scaverà una depressione sull'Italia centro-meridionale, che determinerà precipitazioni soprattutto su Lazio e medio Adriatico, un po' al riparo la Toscana, coinvolta a tratti la Sardegna. I fenomeni finiranno per risultare più estesi e continui sul meridione. I fenomeni proseguiranno sino alle prime ore di martedì, finendo per localizzarsi sull'estremo sud.

EPISODIO DELICATO: martedì un nuovo sistema frontale si porterà a ridosso delle Alpi determinando nevicate sulle creste di confine. Dietro ad esso una massa d'aria molto mite e la contemporanea parziale rimonta di un cuneo anticiclonico dinamico potranno determinare un sensibile rialzo delle temperature su entrambi i versanti alpini e un rialzo vistoso della quota neve a nord delle Alpi, con persistenza di forti piogge sino alle prime ore di giovedì. Situazione molto pericolosa per valanghe ed alluvioni a nord delle Alpi e le nostre zone confinali.

OGGI: migliora al nord-ovest, ma con muro del foehn visibile dalle pianure, segnale di qualche fenomeno nevoso ancora attivo sulle vette di confine, foehn a tratti, temperature in calo dalla sera. Sul nord-est instabile con gli ultimi rovesci, anche nevosi sino a quote collinari, tendenza a miglioramento, salvo nevicate residue sulle vette di confine. Al centro instabile con rovesci sparsi e qualche temporale anche grandinigeno, maestrale molto teso sul Tirreno, tendenza a temporanee schiarite. Calo termico. Al sud instabile con occasione per rovesci sparsi e temporali, anche qui rotazione del vento a Maestrale e graduale calo delle temperature.


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum