Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il FREDDO più intenso arriverà MARTEDI, poi anche la NEVE a quote bassissime sull'Appennino centrale, e mercoledì in pianura sull'Emilia-Romagna e sul Triveneto

Un'altra frustata gelida attesa al nord entro martedì mattina, intanto la depressione mediterranea in formazione comincerà ad attaccare lo stivale a partire dalle isole. Martedì sera inizio di copiose nevicate sull'Appennino centrale sino a 300m, ma con fiocchi in pianura possibili nella notte su mercoledì tra Toscana e Marche, in risalita verso l'Emilia-Romagna. Mercoledì fiocchi ancora su Emilia-Romagna, est Lombardia e Triveneto.

Prima pagina - 8 Marzo 2010, ore 07.46

FREDDO SEVERO: magari termicamente al suolo non si batterà l'irruzione fredda del 2005, ma in quota probabilmente si. Al nord sono infatti previsti per martedì i valori più freddi di tutta la stagione invernale, arrivando a superare forse anche i valori del dicembre 2009. Sono infatti attesi picchi -12°C a 1400m (sopra la Valpadana), con una media estesa di -10°C, l'isoterma dei -8°C raggiungerà anche le regioni centrali alla stessa quota. Le nevicate previste poi tra martedì sera e mercoledì mattina sull'Appennino centrale risulteranno notevoli, abbondanti probabilmente anche quelle di mercoledì sull'Emilia-Romagna. SITUAZIONE: una massiccia irruzione di aria fredda di estrazione polare continentale seguita ad imperversare sull'Italia centro-settentrionale, mostrandosi più severa al nord. Un vasto sistema frontale insiste ancora sulle estreme regioni meridionali, ma è previsto in allontanamento verso ESE. Nel contempo però l'aria fredda andrà ad alimentare un nuovo minimo, in movimento martedì dalle Baleari verso l'Italia centro-meridionale, mentre un nuovo apporto di aria fredda raggiungerà il settentrione nelle prime ore di martedì, aggravando ulteriormente la situazione. EVOLUZIONE: nel corso di martedì il minimo si porterà all'altezza del Tirreno centrale, favorendo maltempo sulla Sardegna, in estensione dalla sera a tutto il centro-sud, con nevicate a quote molto basse sull'Appennino centrale. Mercoledì l'azione del vortice depressionario si estenderà anche al nord, specialmente su Emilia-Romagna e Triveneto, favorendo nevicate sino in pianura. CONCLUSIONE dell'EPISODIO FREDDO e PERTURBATO: giovedì vi sarà ancora qualche residuo fenomeno al nord, nevoso sino in collina, ma con tendenza a miglioramento. Le temperature risaliranno già di diversi gradi al centro-sud, mentre farà ancora freddo sul settentrione, dove si avrà un certo aumento termico solo da venerdì. WEEK-END: grazie alla parziale estensione dell'anticiclone delle Azzorre dovrebbe risultare abbastanza soleggiato ma un po' ventoso e in montagna ancora freddo. Un'altra discesa di aria fredda scivolerà infatti sui Balcani, sfiorando il nostro Paese. OGGI: ultime note perturbate al sud con qualche piovasco o nevicata oltre i 500-600m, con tendenza a schiarite nel corso della giornata. Sul resto del Paese nuvolosità irregolare con ampie schiarite. Qualche isolata precipitazione nevosa possibile ancora sull'arco alpino occidentale e sui rilievi marchigiani ed abruzzesi a quote basse. Temperature senza grandi variazioni e ancora freddo soprattutto al nord e al centro. Ventoso quasi ovunque per venti sostenuti di Grecale e Tramontana. MARTEDI: arrivo di un'altra massa d'aria gelida al nord con ulteriore accentuazione del freddo e valori non superiori a 3-4°C anche durante il giorno. Peggiora sulla Sardegna con piogge e rovesci e un po' di neve tra Barbagia e Gallura. Nubi in aumento su tutto il centro-sud e la sera forti nevicate sull'Appennino centrale, campano e molisano con neve così ripartita: Campania e Molise oltre i 500-700m in rialzo, Lazio, Abruzzo: 400m in rialzo sino a 800m, Toscana, Marche ed Umbria, probabilmente sino in pianura ma con tendenza a rialzo entro le prime ore di mercoledì. Anche al nord aumento delle nubi dal pomeriggio e in serata prime nevicate sull'Emilia-Romagna. Venti forti a rotazione ciclonica, ancora da est al nord e su parte del centro, scirocco al sud. MERCOLEDI: neve sull'Emilia-Romagna e sul Triveneto, scarsa su Dolomiti ed Alto Adige in genere, fiocchi in estensione anche ad est Lombardia, Pavese e basso Piemonte nel corso della giornata, sul resto del settentrione generalmente asciutto. Rovesci sparsi sulle regioni centrali, specie versante tirrenico, alternati a schiarite, neve oltre i 400-800m, anche al sud tempo instabile ma più mite con neve a quote sempre più alte e schiarite a tratti.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.55: A30 Caserta-Salerno

vento-forte

Vento forte nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli e Salerno - Raccordo Salerno-Ave..…

h 03.54: A1 Diramazione Roma Nord

incidente

Incidente a Fiano Romano (Km. 4,2) in entrata in entrambe le direzioni dalle 03:50 del 24 giu 201..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum