Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

I modelli litigano sull'inverno ma il maltempo li unisce

Fase instabile, a tratti perturbata sull'Italia sino all'inizio della prossima settimana, ma il modello americano non è convinto dell'inserimento dell'aria fredda sul settentrione nella giornata di lunedì, prevedendo un anticiclone più invadente a causa di un flusso di correnti atlantiche più vivaci. Se la spuntassero gli altri modelli però, lunedì il limite delle nevicate si abbasserebbe notevolmente al nord.

Prima pagina - 26 Novembre 2014, ore 07.48

BIVIO: siamo arrivati al primo vero bivio stagionale. Il passaggio di consegne tra autunno ed inverno un giorno sembra vicinissimo e mettere d'accordo i modelli matematici, il giorno dopo appare un po' più lontano, soprattutto a causa dei dubbi del modello americano. In ogni caso c'è l'accordo per la fase instabile, a tratti perturbata che vivremo almeno sino all'inizio della prossima settimana. Tutti gli approfondimenti sul medio-lungo termine vi aspettano oggi su MeteoLive

SITUAZIONE: un'ansa depressionaria prende sempre più vigore sui versanti occidentali della Penisola, determinando condizioni di instabilità, specie sul mare e sulle zone costiere. L'alta pressione sull'est europeo rimane stazionaria ed esercita un'azione di blocco parziale nei confronti delle figure perturbate atlantiche.

EVOLUZIONE: una nuova saccatura affonderà sull'Iberia entro le prime ore di venerdì accentuando il gradiente barico e dunque il braccio di ferro con l'alta pressione presente sull'est europeo. Dalla saccatura si isolerà una depressione che poi proverà ad avanzare verso levante. Sull'Italia si accentuerà la risalita di aria mite dal nord Africa, specie al centro, ma durante il week-end finirà per essere raggiunta dalla circolazione depressionaria con conseguenti precipitazioni. 

PROSSIMA SETTIMANA: il dilemma dell'aria fredda e dell'aggancio con la depressione mediterranea terrà banco in tutti i prossimi aggiornamenti. Il modello europeo la dà quasi per certa prospettando un aggravamento del maltempo tra lunedì e martedì con neve a quote piuttosto basse sui rilievi del nord e sull'Appennino settentrionale, ma l'americano non concorda. 

OGGI: su tutti i versanti occidentali, soprattutto su Mar Ligure, Mar Tirreno e mare di Sicilia tempo instabile con rischio di rovesci, anche temporaleschi a ridosso della fascia costiera e in mare aperto, forti tra Toscana e Lazio, nuvolosità irregolare anche altrove ma con pochi fenomeni e qualche schiarita. Limite della neve attorno ai 1400-1600m sul settore alpino, grazie all'inserimento temporaneo di aria un po' più fresca dai quadranti orientali. Temperature in diminuzione al nord, stazionarie altrove.

DOMANI: ancora tempo instabile sui versanti occidentali con rischio di acquazzoni sparsi e qualche temporale, specie sulle coste, tempo migliore sulle zone adriatiche, ma con qualche fenomeno comunque possibile. Temperature stazionarie.
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.22: A1 Firenze-Roma

rallentamento

Traffico rallentato causa traffico intenso nel tratto compreso tra Firenze Scandicci e Firenze Cert..…

h 12.21: SS50 Bis Var Del Grappa E Del Passo Rolle

catene sdrucciolevole snow

Obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali causa neve, ghiaccio nel tratto compreso tra Incro..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum