Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Freddo e neve scompaiono dalle carte, restano invece piogge e frane

La ritrattazione dei modelli cancella ogni possibilità di neve a bassa quota; la circolazione rimane troppo occidentale e mite per provocare tali condizioni. Si conferma invece il passaggio di tre perturbazioni sullo Stivale a partire da lunedì. Oggi tempo ancora instabile, a tratti perturbato, al centro-sud, poco nuvoloso al nord

Prima pagina - 19 Novembre 2000, ore 07.17

Il freddo resterà confinato sulla Russia e sulla Scandinavia nei prossimi giorni senza poter interagire con il tempo mediterraneo, che invece subirà l'influenza dei capricci atlantici con aria piuttosto mite, veloci perturbazioni che sembreranno treni in corsa che sfruttano i binari offerti da una corrente occidentale pilotata da minimi poco profondi con sede sulle Isole Britanniche. In sostanza nulla é cambiato e cambierà se si eccettua che finalmente non avremo più a che fare con i rabbiosi venti di Scirocco perché non si avranno serpeggiamenti tali nelle onde da produrre "scivoloni" freddi e "risalite" calde. L'anticiclone delle Azzorre tenderà il suo braccio mite sulla Spagna ma non impedirà il transito di ben tre sistemi nuvolosi su gran parte delle nostre regioni, anche se forse solo il primo, quello di domani, porterà piogge "democratiche" su quasi tutta la Penisola. Il secondo dovrebbe limitarsi al centro-nord, il terzo, quello di venerdì, solo alle regioni settentrionali, ma ci sono discrepanze. Se la delusione per il nord-ovest "assetato" di neve é cocente, gli operatori turistici possono stare tranquilli almeno sulle Alpi: questi continui passaggi perturbati scaricheranno dai 20 ai 30 cm di neve fresca dai 1000-1200 metri in su. Meno importanti, a causa delle alte temperature, le nevicate sull'Appennino, mediamente relegate oltre 1500-1800 m. Ma torniamo al presente: la lampante testimonianza che il freddo é ancora molto lontano la stanno dando i valori termici sulle regioni nord-occidentali: a fatica si sta raggiungendo lo zero, anche per la lentezza dei rasserenamenti notturni, anche se Torino, Novara e molti comuni piemontesi e del nord della Lombardia stanno osservando un po' di brina nei campi. Ci voleva comunque ben altro per prepararsi alla neve, certo sull'arco alpino fa freddo ma la disposizione dei venti a SW già prevista nel corso del pomeriggio provocherà un netto anche se temporaneo rialzo del limite dello zero termico fin oltre i 2000 m. Sul nord-est il cielo si é appena liberato e le temperature sono piuttosto alte. La depressione è finita sul medio-Adriatico e in genere piove su quasi tutte le regioni centrali, oltre che sul nord della Puglia, sul Molise, sulla Campania e su parte della Basilicata. Instabilità si segnala anche su Calabria e Sicilia e oggi il rischio di temporali sarà ancora elevato; é migliorato il tempo sulla Sardegna. Segnaliamo temporale in corso a Bari e rovesci piuttosto intensi tra Marche e Abruzzo. Il minimo depressionario andrà comunque colmandosi ad ore e il tempo tenderà a migliorare sulle regioni centrali. Al nord cielo azzurro finchè non arriveranno i cirri della prossima perturbazione, che ancora non sappiamo se sarà aiutata dalla depressione di Genova opprure sfilerà via verso SE in tutta fretta, lasciando a secco il Piemonte. In definitiva il tempo delle piogge, delle frane, delle piene e degli smottamenti non é finito, anche se le nuove precipitazioni non saranno copiose come quelle degli ultimi 2 mesi.

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.17: A23 Palmanova-Tarvisio

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Udine Nord (Km. 26) e Gemona-Osoppo (Km. 44,9) in direzione Tar..…

h 01.59: SS18 Tirrena Inferiore

rallentamento

Traffico rallentato, segnali di traffico guasto nel tratto compreso tra 5,153 km dopo Incrocio Cers..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum