Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fine settimana di MALTEMPO ma l'Epifania si salverà; intanto il GELO sceglie gli States

Acqua a catinelle in arrivo sull'Italia e tanta neve sulle Alpi. Prosegue la relativa mitezza fuori stagione, mentre una severa ondata di gelo artico sta imperversando sugli Stati nord-orientali del nord America.

Prima pagina - 4 Gennaio 2014, ore 08.22

SITUAZIONE: ancora un centro di bassa pressione vasto e profondo pronto a sferzare l'Atlantico settentrionale, il Regno Unito e i Paesi scandinavi. L'effetto compasso disegnato da questa depressione, con perno tra l'Islanda e il mar di Norvegia, arriverà ad investire anche l'Italia per mezzo di due perturbazioni in sequenza, l'una giunta già sul nostro settentrione, l'altra prevista per domani su tutta l'Italia.

EVOLUZIONE: la saccatura contenente le perturbazioni descritte subirà una manovra di stretching, operata da un rialzo della pressione che, dall'entroterra algerino, si porterà verso la penisola Iberica e l'Italia, costringendo il vortice a sfuggire verso la Libia. A partire dall'Epifania ecco dunque sopraggiungere un generale miglioramento, anche se il flusso descritto, per quanto molto mite, sarà moderatamente umido che sull'Italia produrrà nuvolosità sparsa, più consistente e frequente al centro-nord.

PIOGGIA: tra oggi e domenica attesi accumuli di tutto rispetto su Liguria, pedemontana lombarda, veneto-friulana, alta Toscana, Lazio e Campania. Possibili casi di locale dissesto idrogeologico, si spera senza conseguenze.

NEVE: prevista abbondante sulle Alpi, essenzialmente al di sopra dei 1500 metri di quota, anche se la struttura complessa delle masse d'aria pilotate dalle perturbazioni causerà una oscillazione piuttosto vistosa del limite delle nevicate nell'arco dei due giorni d'interesse.

GELO: rimane ben lontano dall'Italia, relegato agli Stati nord-orientali di Canada ed USA. Città come Montreal e Ottawa, battuti da ripetuti Blizzard, hanno già raggiunto valori da brivido, inferiori a -20°C, New York, Boston e Detroit i -10°C. Un nuovo impulso gelido è previsto sopraggiungere nelle prossime ore. Si registrano purtroppo anche alcune vittime. I motivi di questa ondata di gelo contrapposta alla nostra mitezza? Lo capirete osservando attentamente l'ultima figura in basso.

PREVISIONE PER OGGI: maltempo al nord con precipitazioni diffuse, anche forti su Liguria e fascia prealpina lombardo-veneta e friulana. Neve sulle Alpi a quote che oscilleranno sensibilmente nel corso della giornata, ponendosi mediamente tra i 700-1000 metri al nord-ovest e gli 800-1200 metri al nord-est, in risalita tra pomeriggio e sera. Piogge in arrivo anche sulle regioni centro-meridionali tirreniche e sulla Sardegna. Venti in rinforzo dai quadranti meridionali. Un po' di freddo umido al nord, mite per la stagione altrove.

PREVISIONE PER DOMANI: il maltempo raggiunge anche il meridione e interesserà pertanto l'intero territorio italiano, anche se tenderà ad attenuarsi al nord e sulla Sardegna. Ancora neve sulle Alpi, con limite in calo, posto mediamente tra 800 e 1200 metri. Neve anche lungo la dorsale appenninica, intorno a 1200-1300 sul tratto ligure e tosco-emiliano, 1400-1500 metri su quello laziale-abruzzese, 1600-1800 metri sui tratti campano e calabro-lucano. Forte Maestrale in arrivo sulla Sardegna. Temperature in calo ovunque a fine giornata. La sera tendenza a variabilità anxche al centro.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum