Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Edizione straordinaria: quasi mezzo metro di neve a BOLOGNA

La perturbazione che nella giornata di ieri ha investito l'Italia, ha portato nevicate su gran parte del centro, ma anche su alcune regioni del nord, imbiancando città come Bologna e Reggio Emilia. Chiuso per molte ore l'aeroporto di Bologna.

Prima pagina - 29 Febbraio 2004, ore 07.59

Quella di ieri sarà probabilmente una giornata da ricordare per città come Bologna e Reggio Emilia; come promesso infatti il Vortice Polare in discesa dalle latitudini artiche fin sull'Europa centrale ha regalato nevicate abbondanti su alcune delle nostre regioni, con un manto nevoso che in alcune zone periferiche delle città menzionate ha raggiunto i 45 cm. La temperatura su tutta l'Emilia si è bloccata su valori attorno agli 0°C anche nelle ore centrali del giorno, favorendo così la caduta di grossi fiocchi di neve anche nel primo pomeriggio; il vento invece non si è fatto sentire, a parte qualche moderata raffica di Bora. L'intensità della precipitazione ha comunque costretto molti automobilisti a munirsi di catene anche per circolare sulle strade cittadine; oltretutto in alcune zone è addirittura mancata la corrente per qualche ora, a causa dei danni provocati dall'intensa nevicata. Problemi si sono registrati anche sull'Autosole, specie nel pomeriggio. Nonostante la presenza e il lavoro incessante di tutti i mezzi spazzaneve e spargisale disponibili e già allertati da giorni, non è più stato possibile tenere pulite le carreggiate. Ecco la testimonianza di un automobilista: "La neve cadeva così fitta che la visibilità a tratti calava fino a 50-60 metri. C'erano molti mezzi spazzaneve e spargisale al lavoro ma si capiva che era una battaglia persa contro la nevicata, che praticamente era una bufera. Mai vista una nevicata così, io avevo le catene montate ma vedevo che quasi tutti gli altri automobilisti non le montavano e si bloccavano." Ma non solo l'Emilia ha registrato precipitazioni nevose degne di nota: anche la Toscana, specialmente sui colli e le montagne, ha vissuto una giornata all'insegna del freddo e delle nubi, con qualche temporale al mattino sulla costa, e nevicate praticamente continue nelle zone interne fin quasi in pianura nel corso del pomeriggio. Ha infatti nevicato a Prato, a Firenze, a Siena, nella Lucchesia, nel Massese, nel Pisano e nel Livornese; qualche nevicata si è registrata anche in Liguria, fra Genova e La Spezia. In Umbria la neve è scesa solo fino a 300-400 metri di quota, a causa del fatto che la perturbazione in transito sull'Italia ha richiamato aria mite in quota per un periodo di tempo maggiore rispetto a quello che ci aspettavamo. Adesso il corpo nuvoloso principale si è spostato sulla Boemia, tuttavia sull'Italia permane un'area di bassa pressione che continua a richiamare aria fredda dalla Valle del Rodano e dalla Porta della Bora, accentuando così l'instabilità dell'aria, specialmente al centro ed al sud; non a caso in questo momento proprio su Roma sono in atto brevi ma intensi temporali in grado di portare a tratti i fiocchi di neve fino al suolo nei quartieri periferici, nonostante la temperatura si attesti sui 4-5°C. Al nord il cielo è coperto, e la neve continua a cadere moderata sul Triveneto e l'Emilia-Romagna, in particolare a Padova e Venezia. A tratti nevica anche a Bologna; la debolezza della precipitazione però permette alla temperatura di salire (adesso si registrano 2°C), evitando così nuovi disagi ai cittadini ed anche a chi deve raggiungere la città in macchina. Ma cosa ci attende nelle prossime ore? Continuerà sicuramente a fare freddo, ma soprattutto si rinnoveranno le condizioni di tempo instabile, specialmente al centro-sud. L'attuale centro motore del Vortice Polare, adesso sulla Francia orientale, si tufferà infatti nella Valle del Rodano entro la serata odierna, agganciando una perturbazione che si trova fra Baleari e Corsica, fornendogli energia e sospingendola in direzione delle nostre regioni tirtreniche centrali. Oggi sarà quindi la giornata più fredda per quanto riguarda le temperature diurne; il mese di marzo si aprirà invece con un lento miglioramento del tempo, garantito dall'espansione di un campo di alta pressione sull'Europa centrale. Tuttavia dato il manto nevoso fresco al suolo, e le possibili ampie schiarite nelle nottate di martedì e mercoledì, le temperature notturne potranno comunque subire un ulteriore deciso calo, almeno fino a mercoledì. Nel frattempo vediamo cosa ci attende fra oggi e domani: OGGI, 29 febbraio 2004: NORD: Sereno o velato su Alpi e Prealpi occidentali, oltre che su alto Piemonte ed alta Lombardia; sul resto delle regioni generalmente nuvoloso. Possibili isolati rovesci nevosi, più probabili su Appennino, ed al mattino anche su Lombardia orientale, Triveneto ed Emilia-Romagna. In serata brevi nevicate interesseranno soprattutto il versante padano dell'Appennino Ligure ed il Cuneese. Temperatura stazionaria. CENTRO: Tempo instabile, con rischio di rovesci o temporali qua e là; maggiori schiarite sull'alta Toscana e le coste adriatiche. I fiocchi di neve cadranno fino in pianura su Toscana, Umbria ed alto Lazio, oltre i 200-400 metri altrove. Temporaneo miglioramento del tempo verso il tramonto, seguito da piogge diffuse in tarda serata sulla costa laziale. Temperatura in calo. SUD: Sulle regioni tirreniche rischio di acquazzoni o temporali, con neve fino in pianura (magari a tratti mista a pioggia) al mattino a nord di Napoli, oltre i 300-600 metri altrove. Dal pomeriggio quota neve in rialzo di 200-300 metri. Temperatura in lieve calo. DOMANI, 1° marzo 2004: Al nord nubi alternate a qualche squarcio di sereno, con brevi nevicate al mattino su Cuneese e Romagna, e fiocchi di neve misti a pioggia sul litorale; neve anche sui crinali confinali dell'Alto Adige. Al centro ancora instabilità, con brevi nevicate a quote molto basse, a tratti fino in pianura; al sud giornata nuvolosa e piovosa, neve oltre i 400-700 metri di quota. Per maggiori dettagli sulla previsione per i prossimi giorni vi invitiamo a leggere l'articolo che uscirà alle ore 13.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum