Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Che tempo farà? Le ultimissime...

Il grande freddo colpisce l'est europeo, ma presto verrà sopraffatto dalle miti correnti occidentali che si impadroniranno del Continente e dell'Italia. L'aria umida che accompagnerà il passaggio dei fronti a nord delle Alpi recherà da mercoledi nuvolaglia intermittente sui versanti tirrenici e al nord-ovest ma con pochi fenomeni. Tra domenica e lunedì appena un po' più freddo in Adriatico e al sud, poi ancora correnti da ovest sino a metà mese con nuvolaglia annessa sul Tirreno.

Prima pagina - 6 Gennaio 2015, ore 08.17

RESET BARICO: la seconda grande occasione di poter vivere l'inverno si è spenta sulla spruzzata di neve che ieri ha interessato ancora parte del meridione. Il grande gelo sta colpendo con severità tutto l'est europeo ma a breve anch'esso verrà scalzato dalla grande turbolenza delle correnti occidentali che, come un rullo compressore, imporranno il loro ritmo almeno sino alla metà del mese. E' un vero e proprio reset barico quello che stiamo vivendo. In altre parole per ricostruire l'inverno si dovrà cominciare da zero.

PROSPETTIVE: da mercoledì 7 a mercoledì 14 gennaio il tempo verrà dominato dall'impeto della corrente a getto con furiosi venti da ovest, spesso molto miti, sul centro Europa, dove transiteranno molte perturbazioni che faranno la barba alle Alpi, richiamando a tratti aria umida sui nostri versanti tirrenici e recando nevicate a quote in gran parte elevate sui nostri settori alpini di confine. Solo tra domenica 11 e lunedì 12 il modello europeo prevede la penetrazione di aria un po' più fredda lungo l'Adriatico con anche qualche fenomeno all'estremo sud, ma nulla di più. Anche l'inizio della prossima settimana dovrebbe segnare condizioni di tempo generalmente mite e con passaggi nuvolosi modesti sulle Alpi e persistenza di nuvolaglia sul Tirreno e al nord-ovest.
 
SVOLTA: in realtà è solo il modello americano a credere nella svolta di metà mese, ma la sua costanza è indubbiamente da tenere in considerazione. Per giovedì 15 prevede l'inserimento di una saccatura da ovest con piogge in pianura e nevicate a quote medie in montagna. Successivamente la circolazione diverrebbe meridiana con afflussi freddi moderati ma costanti ed occasione per nevicate. Seguite gli aggiornamenti. L'attendibilità resta più che discreta, nonostante la distanza temporale.

SITUAZIONE: si allontana verso l'est la massa d'aria gelida che ha sfiorato il nostro meridione, dove insiste ancora una nuvolaglia irregolare ma con scarsi fenomeni. Altrove prevale il sole, grazie alla parziale espansione di un campo di alta pressione. L'avvicinamento di un fronte atlantico provocherà da mercoledi un richiamo di aria umida sulla Liguria, sulla Lombardia, la Toscana, l'Umbria occidentale ed il Lazio. Le temperature tenderanno ad aumentare.

EVOLUZIONE: da giovedì a sabato passaggio ininterrotto di fronti al nord delle Alpi con richiamo di aria umida su Liguria e Tirreno, tempo buono altrove. Da notare tra venerdì e sabato il passaggio di un fronte caldo che, oltre ad introdurre aria particolarmente mite, provocherà piogge sin oltre i 2000m al nord delle Alpi e sui crinali di confine, assestando un duro colpo alla stagione sciistica delle settimane bianche. Anche al sud delle Alpi le alte temperature non consentiranno di sparare la neve.

ARIA PIU' FREDDA: da domenica 11 sino a lunedì 12 possibile graduale e temporaneo ingresso di aria più fredda lungo l'Adriatico con annuvolamenti e locali rovesci, nevosi in quota oltre i 700-800m, da confermare.
 
OGGI: bel tempo al nord e sulle regioni tirreniche, salvo un po' di nubi basse su Levante Ligure, passaggi nuvolosi su medio Adriatico e meridione ma con scarso rischio di fenomeni e con tendenza a miglioramento. Temperature massime in lieve aumento, ancora un po' freddo all'estremo sud.

DOMANI: nuvolaglia su Liguria, Toscana, Lombardia, Umbria occidentale, Lazio, poi anche Campania. Annuvolamenti stratiformi nelle Alpi, per il resto bel tempo, temperature in lieve calo nei valori massimi sotto nuvolosità, in rialzo al sud, stazionarie altrove.


 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum