Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Caldo e bel tempo ovunque! Da metà settimana progressivo aumento dell'instabilità sul settore alpino

Si prospetta qualche giorno di fuoco sull'Italia con caldo e afa protagonisti indiscussi della scena meteorologica. A partire da metà settimana un graduale aumento dell'instabilità sul settore alpino potrebbe innescare qualche isolato fenomeno. Calo termico confermato a partire dal week-end, con l'ingresso di miti flussi atlantici.

Prima pagina - 16 Luglio 2007, ore 07.57

LIVE Tempo ampiamente soleggiato anche questa mattina su tutto il Paese con copertura nuvolosa praticamente assente ovunque e clima abbastanza caldo. Spiccano i 25°C di queta mattina all'alba presso Termoli, Monte Argentario e Capri, 24°C a Messina e 23°C presso Trieste e 22°C a Genova e Reggio Calabria. Ventilazione sostenuta sul Canale di Sardegna con mare mosso, rinforzi settentrionali sullo Ionio; venti deboli o assenti altrove con mari da poco mossi a quasi calmi. SITUAZIONE L'alta pressione di matrice nord-africana presente sull'area mediterranea e su gran parte del sud Europa tenderà a consolidarsi ulteriormente nelle prossime ore, conquistando gran parte dei settore centrali e orientali del Continente. Bel tempo quindi sull'Italia con temperature piuttosto elevate e caldo afoso, specie sulle pianure del nord, nei grandi centri urbani e nelle conche interne del centro-sud peninsulare, in seguito all'aumento dell'umidità e la scarsa ventilazione. Più ad ovest intanto, al largo delle coste britanniche una depressione supportata da aria piuttosto fredda in quota determina rovesci e temporali sparsi sui settori nord-occidentali europei, dove si registrano attualmente temperature decisamente basse per il periodo. EVOLUZIONE Nel corso della settimana l'anticiclone africano tenderà gradualmente a portarsi verso levante, sospinto da una saccatura presente sull'ovest europeo. L'alta pressione potrebbe cedere parzialmente all'erosione atlantica a partire da metà settimana, con flussi di aria fresca e più instabile in transito sul settore alpino occidentale, forieri di qualche fenomeno temporalesco pomeridiano. Verso il fine settimana, l'aria fresca potrebbe avanzare con maggior decisione verso l'area mediterranea generando una moderata instabilità con attività temporalesca in sensibile aumento, specie sulla fascia alpina e dorsale appenninica; ancora tempo discreto al sud. CALDO Per gran parte della settimana il caldo non dovrebbe mollare la presa, con clima molto afoso nei grandi centri urbani delle pianure del nord, dove la scarsa ventilazione e l'elevata umidità potrebbero creare un notevole disagio fisico. Caldo torrido invece sulle regioni interne del centro-sud e sulle Isole Maggiori, con picchi termici prossimi ai 38-39°C. A partire dal prossimi week-end l'ingresso di fresche correnti atlantiche potrebbe segnare la caduta dell'impero africano, con le temperature che a partire dalle regioni settentrionali dovrebbero tornare su valori miti, localmente sotto la media del periodo. OGGI Cielo generalmente sereno su tutta la Penisola con qualche innocuo addensamento sul settore alpino, più probabile sui crinali di confine più settentrionali. Temperature in ulteriore aumento con picchi termici di 36-37°C in Valpadana e sulle pianure interne del centro-sud; Caldo più sopportabile lungo i litorali per l'effetto mitigante delle brezze termiche. Ventilazione sostenuta orientale sul Canale di Sardegna e da nord su Canale d'Otranto e Ionio orientale con mari mossi. Rinforzi nel pomeriggio sull'Arcipelago Toscano e sull'alto Adriatico; venti generalmente deboli altrove con mari da poco mossi a quasi calmi. DOMANI Lieve aumento dell'attività cumuliforme pomeridiana sul settore alpino nord-occidentale, tra alto Piemonte e Valle d'Aosta con qualche breve rovescio o isolato temporale. Addensamenti anche sul settore alpino orientale ma con fenomeni scarsi o assenti. Soleggiato e molto caldo altrove con umidità e afa in intensificazione specie nelle pianure del nord; clima fastidioso nei grandi centri urbani. Ancora ventilazione sostenuta orientale sul Canale di Sardegna e settentrionale sullo Ionio con mari mossi. Venti deboli altrove e mari da poco mossi a quasi calmi.

Autore : Luca Savorani

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum