Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Aria più fredda in inserimento: temporali sparsi al nord e al centro

Un pacchetto di aria più fredda farà aumentare notevolmente l'instabilità atmosferica al nord e al centro, specie nel pomeriggio. Da mercoledì l'Italia rimarrà ancora inserita in un flusso di correnti fresche ed in parte instabili da NNE. Più penalizzate risulteranno le regioni adriatiche ed il meridione. Nel fine settimana variabilità ma con temperature in aumento. Ancora da valutare la possibilità di un nuovo serio peggioramento per la prossima settimana.

Prima pagina - 13 Maggio 2014, ore 07.15

SITUAZIONE: una circolazione depressionaria tende a coinvolgere parzialmente l'area mediterranea, ma la spinta da ovest dell'alta pressione sul centro Europa provocherà una rotazione delle correnti dai quadranti nord-orientali. Di conseguenza la penetrazione dell'aria fredda sul nostro Paese avverrà in un modo più diretto e penalizzerà (come sempre in questi casi) soprattutto le regioni adriatiche e meridionali.
OGGI:
un paio di impulsi temporaleschi visiteranno il centro-nord. Il primo è già in azione sulle regioni centrali, il secondo si attiverà nel pomeriggio al nord e poi si muoverà anch'esso verso il centro. L'inserimento di aria decisamente più fredda in quota genererà cumuli un po' ovunque, anche nelle zone non pienamente coinvolte dal flusso umido ed instabile, con rischio di rovesci sparsi, brevi temporali, colpi di vento e locali grandinate. I temporali verso sera tenderanno a coinvolgere anche parte del meridione, ad iniziare da Molise, Puglia e Campania.

REGIONI PIU' COLPITE: Veneto, centro-est Lombardia, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Appennino ligure, Toscana, Umbria, Marche, Lazio, Abruzzo, ma fenomeni possibili anche sul resto del nord, sia pure a macchia di leopardo.  

NEVICATE
: spruzzate di neve sulle cime appenniniche e sui crinali di confine alpini. Tra mercoledì e giovedì a nord delle Alpi su Svizzera e soprattutto Austria neve sin verso i 700m con accumuli anche importanti tra Vorarlberg, Tirolo, Carinzia, Grigioni.

TEMPERATURE
: previsto un sensibile calo termico nel corso della prossima notte con valori persino inferiori ai 10°C in Valpadana, anche sotto i 5°C nelle vallate alpine superiori e nelle zone interne del centro.

EVOLUZIONE: da mercoledì a venerdì ancora correnti da NNE sull'Italia con riflessi temporaleschi soprattutto su Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Abruzzo, Umbria, Lazio interno e meridionale, poi meridione in genere e nord Sicilia con ulteriore calo termico al centro-sud e soprattutto in Adriatico. Venerdì i fenomeni si localizzeranno tutti su medio Adriatico e meridione.

FINE SETTIMANA: attenuazione dell'afflusso fresco da nord-est ma ancora condizioni di variabilità con spunti temporaleschi pomeridiani. Più mite!

PROSSIMA SETTIMANA: ancora bisticci tra modelli sulla saccatura in arrivo dal nord Atlantico. Se l'obiettivo fosse l'Iberia sull'Italia arriverebbe un po' d'anticiclone con netto rialzo delle temperature, se invece l'obiettivo fosse la Francia, altra pioggia sarebbe da mettere in preventivo al nord e poi al centro. Seguite gli aggiornamenti.

 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum