Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

ALLARME SALUTE

Nelle grandi città l'aria sta diventando irrespirabile a causa dell'alta pressione dinamica: è questo il vero pericolo chimico. L'Atlantico cercherà di porre rimedio ma i suoi attacchi andranno in gran parte a vuoto.

Prima pagina - 15 Ottobre 2001, ore 07.33

Molte nubi minacciose sorvolano i cieli dell'Europa occidentale, l'alta pressione sembrerebbe destinata a capitolare ma non sarà così, almeno secondo le ultime elaborazioni di MeteoLive. Una depressione molto profonda a ovest delle Isole Britanniche affonderà una saccatura sulla Spagna portando aria fredda anche sulla catena dell'Atlante in Marocco, favorendo la formazione di estesi corpi nuvolosi. La pioggia però privilegerà la Spagna, la zona pirenaica e con fatica l'area depressionaria muoverà verso levante, ostacolata dal blocco anticiclonico che da diversi giorni insiste ormai lungo i meridiani dell'Europa centrale e dunque dell'Italia. L'alta pressione si sta indebolendo, almeno al suolo, e verrà "pugnalata" alle spalle anche da una depressione proveniente da Mar Bianco che investirà la regione di Mosca e gli Urali e che probabilmente porterà la prima vera neve stagionale su quelle zone. Visibilmente dimagrita però, il nemico della salute cittadina, troverà nuova linfa proprio nell'approfondimento della depressione sull'Atlantico, resistendo ad oltranza, probabilmente sino al prossimo week-end. OGGI intanto diffuse velature sulle regioni nord-occidentali, lambite dal fronte caldo che si nota dal satellite, per il resto sole ovunque e temperature stazionarie. DOMANI nuovi annuvolamenti su nord-ovest e prime nubi anche su Sicilia e Sardegna per il richiamo di aria in parte umida da sud. MERCOLEDI nubi più consitenti su Liguria, Sicilia, ovest Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta con qualche goccia non esclusa, per il resto ancora prevalenza di sole. ATTENZIONE Il fenomeno più grave è il sensibile peggioramento della qualità dell'aria nelle aree urbane. Rimandata l'accensione dei riscaldamenti, restano però altre le fonti di inquinamento: biossido d'azoto, biossido di zolfo, il benzene, l'ossido di carbonio. Secondo una recente statistica, pubblicata dal Colonnello Giuliacci, il numero di decessi all'anno in Italia per cause legate all'inquinamento supera quota 3400, di cui oltre 1200 a Roma, oltre 400 a Milano, Torino e Napoli. Adesso però parlare di blocco del traffico non va di moda, ci sono ben altre preoccupazioni, intanto i veleni agiscono...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.09: A24 Roma-Teramo

rain

Pioggia nel tratto compreso tra Assergi (Km. 116,7) e Colledara-San Gabriele (Km. 136,3) in entra..…

h 03.20: A14 Bologna-Ancona

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Allacciamento A13 Bologna-Padova (Km. 14,4) e Allacciamento A..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum