Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Alla ricerca del fresco perduto

Basterebbero pochi gradi per stare meglio eppure sembra quasi di pretendere troppo. Da maggio non si è mai verificata nessuna vera irruzione di aria fresca che abbia saputo portare la neve sino a 2000 m sulle Alpi, non è mai transitata una vera perturbazione atlantica. Nonostante le immagini a sensazione su trombe d'aria e grandine trasmesse dalla televisione, il problema siccità è ancora di grande attualità su tutto il Paese.

Prima pagina - 20 Agosto 2003, ore 06.57

COMMENTO Dal nord Europa arrivano pochi "aiuti umanitari" e sul Mediterraneo si "mendica" per un po' di fresco. Situazione difficile, che non si sblocca, o meglio che sembra sempre sul punto di farlo ma che poi ci ripensa. E allora continua il patto d'acciaio tra anticiclone delle Azzorre e anticiclone africano, continua la lunga stagione incolore delle perturbazioni atlantiche che veleggiano alle alte latitudini e noi restiamo immersi nel nostro catino più o meno infuocato. Sarà così ad ogni estate? Boh! Chi lo sa! Così come nessuno può sapere che tempo farà tra un mese, è assolutamente impossibile fare previsioni annuali. Che sia in atto un cambiamento climatico lo vede anche la Franca, la panettiera di Treviso che ci legge tutti i giorni, quanto incida l'effetto serra in questo cambiamento ce lo diranno presto nuovi studi approfonditi (e non faziosi) svolti da alcuni seri ricercatori. SITUAZIONE Passiamo al tempo di oggi, solita litania: prevalenza di sole con qualche temporale in montagna sia sulle Alpi che sull'Appennino nelle ore pomeridiane. Da ovest però sta arrivando aria instabile inserita in in cavo d'onda depressionario. Pertanto proprio sulle Alpi, oltre alla consueta cumulogenesi pomeridiana si avrà verso sera un peggioramento con rovesci a partire dalla Valle d'Aosta. Nella notte su giovedì temporali sparsi potrebbero estendersi a Piemonte, Lombardia, Trentino Alto Adige, Veneto. Le temperature non subiranno particolari variazioni, salvo lievi aumenti locali. DOMANI: instabilità al nord con qualche acquazzone o breve temporale in trasferimento da ovest verso est, poco interessato il litorale ligure. Nel pomeriggio migliora nettamente sul nord-ovest e peggiora sull'Emilia-Romagna, dove i temporali potrebbero proseguire anche in serata. Temperatura in calo al settentrione e qualche bella raffica di vento rinfrescante. Al centro-sud altra giornata di sofferenza ma dal pomeriggio focolai temporaleschi sull'Appennino e in serata moderato peggioramento sulle Marche con possibili acquazzoni a sfondo temporalesco. Temperatura in calo solo dalla serata per l'arrivo di aria meno calda da nord. Venti sud-occidentali in rotazione a Maestrale. EVOLUZIONE WEEK-END Venerdì qualche temporale su Marche, Abruzzo, Umbria, Lazio interno, forse anche sul Molise, per il resto abbastanza soleggiato ovunque, lieve calo termico al centro-sud, temperatura in aumento al nord. Sabato e domenica in gran parte soleggiato e caldo; domenica sera rischio di qualche temporale su Friuli ed alto Veneto. Temperature in aumento.

Autore : Alessio Grosso (redattore capo)

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum