Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

5 perturbazioni in arrivo entro metà mese: oggi la prima

Colpito il nord e nella prossima notte anche il versante tirrenico, tra sabato pomeriggio e domenica mattina secondo passaggio. Terzo pesante intervento perturbato lunedì 10 e quarto mercoledì 12. Infine possibile nuovo guasto al nord nel fine settimana 15-16. In seguito la stagione potrebbe concludersi in modo del tutto anonimo, salvo clamorose sorprese.

Prima pagina - 7 Febbraio 2014, ore 07.43

SITUAZIONE: la prima di una nuova serie di perturbazioni sta già interessando il nord-ovest italiano ed entro sera coinvolgerà anche il nord-est e le regioni tirreniche sino alla Campania. A seguire un breve intervallo e sabato pomeriggio nuova perturbazione in veloce transito al nord-ovest e in localizzazione tra Triveneto e gran parte del centro-sud entro il mattino di domenica.

EVOLUZIONE: dopo una pausa attesa per domenica pomeriggio-sera, dalla notte su lunedì 10 nuovo serio peggioramento al nord-ovest, in estensione a gran parte d'Italia nelle ore successive con tanta neve sulle Alpi e fiocchi inizialmente anche sul nord Appennino.

NON E' FINITA: martedì 11 è prevista variabilità, mentre per mercoledì 12 è atteso un nuovo veloce passaggio perturbato, seguito da un momento miglioramento tra giovedì 13 e venerdì 14. Per il week-end 15-16 si prospetta un altro peggioramento al nord.

NEVICATE: sono attesi accumuli considerevoli nella giornata di lunedì, quando nelle Alpi potrebbero nuovamente cadere dai 30 ai 60cm di neve fresca oltre i 1000m. Negli altri episodi accumuli complessivi tra 25 e 45cm a quote superiori ai 1200m. 

PIOGGE: ancora precipitazioni abbondanti sul territorio, soprattutto su Liguria, Toscana, Lazio, Lombardia, Triveneto con picchi che nell'arco che nell'arco dei prossimi 7 giorni potrebbero toccare i 200-230mm.

SECONDA META' DI FEBBRAIO: il crollo dell'indice AO fa pensare ad affondi perturbati sull'estremo ovest del Continente e in pieno Atlantico senza più un netto coinvolgimento del nostro Paese. In questo modo anche il freddo rimarrebbe lontano dalle nostre latitudini, consegnando virtualmente questo eterno autunno o bizzarro inverno nelle mani della primavera con parziali rimonte anticicloniche sull'Italia. Al momento però resta in piedi al 25-30%anche l'ipotesi di un maggior apporto freddo dal polo nord diretto anche sul centro Europa.  

OGGI: peggiora al nord-ovest con piogge e rovesci con limite delle nevicate oltre i 600-1000m, piogge anche al nord-est e sull'Emilia entro sera con neve in calo da 1300 a 1000m sull'Appennino emiliano e con limite a 900-1000m sulle Alpi. Al centro peggiora sulla Toscana con piogge ed entro sera sul resto delle regioni centrali tirreniche e sul nord Campania, nubi ma con fenomeni sporadici sul medio Adriatico e la Romagna. Sul resto del sud parziale aumento della nuvolosità ma tempo asciutto. Temperature in calo nei valori massimi al nord, in aumento altrove, specie al sud. 
 


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum