Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della sera: parentesi invernale confermata, PRIMA NEVE lunedì sera su Emilia e Venezie

Arriverà a tratti sino in pianura, mentre c'è attesa per il bis nevoso che dovrebbe coinvolgere gran parte del nord tra mercoledì 29 e giovedì 30. A seguire ancora occasioni di maltempo ma freddo in incipiente ritirata a partire dal sud.

Previsioni meteo - 26 Gennaio 2014, ore 20.00

Ecco a voi l'ultima corsa serale del modello inglese ECMWF. Dalle ore 20.15 appariranno via via i commenti e le analisi del nostro previsore di turno riguardo alle mappe più rilevanti e interessanti scelte fra i successivi 10 giorni di previsione. 

 

 


 

ANALISI della situazione attuale: l'Italia si trova stretta tra un campo di alta pressione sulla Russia e una vasta circolazione ciclonica in Atlantico. Tra le due figure scorrono veloci correnti nord-occidentali che pilotano diverse perturbazioni e masse d'aria progressivamente più fredde, in arrivo dalla Groenlandia.

 

La prima perturbazione che introduce di fatto questa tanto decantata parentesi invernale è ormai prossima all'arco alpino. Dopo aver saltato il nord-ovest, si riorganizzerà lunedì sera tra il centro e il sud, risalendo poi anche verso l'Emilia Romagna e il nord-est. Darà luogo alle prime nevicate sino a bassa quota.

Fiocchi attesi tra lunedì sera e martedì mattina nelle zone interne del centro, a quote in calo sino a 400-500 metri. Quota neve in calo anche sull'Emilia orientale, la Romagna e via via anche sul Triveneto, dove potrebbe fioccare a tratti sino in pianura e nei rispettivi fondovalle. La neve arriverà anche sui monti del sud, in particolare sull'Appennino, ma a quote già intorno a 1000 metri.

Il primo blocco di aria fredda avrà così assolto al suo compito, ma saranno le due giornate successive, quelle di mercoledì 29 e giovedì 30 a dare in massimo dei punti. La neve è attesa imbiancare gran parte della pianura Padana, in modo particolare i settori centro-occidentali, nonchè i rispettivi fondovalle e forse a tratti anche la costa ligure tra Genova e Savona.

Una tale manovra sarà possibile però con il classico rovescio della medaglia, ovvero l'arrivo dello Scirocco. Per questo motivi ci aspettiamo una scaldata al sud per il 31 gennaio e il rialzo delle quote neve che si propagherà dapprima al centro, poi anche al nord per il fine settimana.

Ancora in forse la nevicata di addolcimento del primo giorno di febbraio al nord, al momento probabile che interessi l'arco alpino e l'Appennino settentrionale, giungendo a tratti sino in pianura solo sul basso Piemonte. Da quel momento infatti è previsto un generale riallineamento del quadro termico su valori attorno alla media al settentrione e al di sopra al centro-sud, per ritorno per qualche giorno delle piovose correnti atlantiche.

La parentesi piovosa infatti verrà probabilmente interrotta da un temporaneo rialzo dei geopotenziali che opporrà al maltempo una tregua di relativa alta pressione a partire dal 5 febbraio.

 

 


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum