Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ultimissime della giornata: qualche folata fredda tra martedì e mercoledì al nord, ma l'INVERNO è sempre più lontano

Lo dice non solo il modello elaborato dal Centro di Calcolo di Reading, in Inghilterra, ma anche quello americano. Intanto per un'altra settimana Italia sotto il tiro di nubi e fasi piovose. Ulteriori nevicate in quota sulle Alpi.

Previsioni meteo - 2 Febbraio 2014, ore 20.10

Ecco a voi l'ultima corsa serale del modello inglese ECMWF. Dalle ore 21.00 appariranno via via i commenti e le analisi del nostro previsore di turno riguardo alle mappe più rilevanti e interessanti scelte fra i successivi 10 giorni di previsione. 

 

 


ANALISI della situazione attuale
: il Mediterraneo è occupato per quasi tutta la sua lunghezza da un centro depressionario staccatosi dalla saccatura madre che rimane pressochè stazionaria da diverse settimane sul nord dell'Atlantico. Il minimo di pressione mediterraneo, oltre a generare sul nostro Paese ulteriori condizioni di tempo instabile e a tratti anche perturbato, risuccherà tra martedì 4 e mercoledì 5 un po' di aria fredda dall'est europeo. In seguito le correnti atlantiche prenderanno il sopravvento apportando verso l'Italia aria nuovamente più mite.

 

Come ogni sera siamo andati a studiare l'ultima uscita del modello giornaliero, quello inglese, ma in realtà le risultanze si equivalgono con diversi altri modelli e relative corse parallele: l'inverno è sempre più lontano. Lo diciamo pur sapendo che sull'arco alpino, paradossalmente, si tratta di uno degli inverni più nevosi degli ultimi decenni.

La prima decade del nuovo mese pare non sia incline a generare grandi colpi di scena. la situazione rimarrà improntata ad una prevalenza di correnti temperate e umide di provenienza atlantica, inserite in un contesto spesso ciclonico e dunque foriero di tempo instabile, se non a tratti anche perturbato.

Ciò significa che per tutta la settimana altra acqua è attesa cadere da un cielo inesauribile, mentre altra neve è ancora attesa depositarsi lungo i pendii alpini, solo a tratti fino a bassa quota. Segnaliamo in particolare la giornata di martedì 4, allorchè aria più freddina in arrivo da est, farà calare di qualche grado le temperature sul nostro settentrione, con le nevicate che scenderanno alcune centinaia di metri, fin quasi a rasentare la collina in Piemonte.

Lo volete chiamare inverno? Meteorologicamnte parlando la risposta è negativa. Le temperature, per di più torneranno poi dal 5-6 febbraio, a risalire la china fino a portarsi su valori superiori alla norma su gran parte dell'Italia, anche in modo sensibile al centro e a sud dopo il 10 febbraio.

Il motivo? Lo vediamo nell'ultima mappa in basso: mentre al nord e sulle centrali tirreniche seguiterano ad affluire correnti umide, accompagnate da nubi e spesso anche precipitazioni, sulle centrali adriatiche e al sud interverrà anche una componente maggiormente anticiclonica, con ritrovato soleggiamento e conseguente rialzo ulteriore del quadro termico.

Arriviamo così alla metà del mese, senza alcuna parvenza di inverno sul nostro Paese ma, questa volta, anche sul resto dell'Europa. Il freddo che aveva guadagnato il Paesi del grande nord e la Russia verrà infatti ricacciato al mittente da quelle freccie gialle che potete vedere dall'ultima mappa in basso. Atlantico senza quartiere. E intanto l'inverno è sempre più lontano...


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum