Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Modello inglese ultima corsa: prove generali di inverno in tre mosse

MeteoLive commenta per voi in diretta l'ultima emissione del modello inglese, a cura del nostro previsore di turno. Un articolo non solo utile ma anche didattico, poichè permette a chi si avvicina per la prima volta a questa scienza affascinante di capire le linee guida di come si elabora una previsione.

Previsioni meteo - 12 Novembre 2013, ore 20.00

Ecco a voi l'ultima corsa serale del modello inglese ECMWF, fra gli strumenti principali per poter elaborare una previsione, in progressivo aggiornamento automatico dalle ore 20.00 in poi.
Dalle ore 21.00 appariranno invece via via i commenti e le analisi del nostro previsore di turno riguardo alle mappe più rilevanti e interessanti scelte fra i successivi 10 giorni di previsione. 

 

 

ANALISI della situazione attuale: il Mediterraneo centrale è ancora interessato da un centro di bassa pressione, in fase di lento indebolimento. Il flusso perturbato principale infatti scorre a medio-alte latitudini, pilotato da una Corrente a Getto piuttosto tesa che sul vicino Altantico mostra curvatura decisamente anticiclonica. L'alta pressione tende a spingersi fin sulla Mitteleuropa, inducendo nei prossimi giorni la discesa di un nuovo nucleo di aria fredda dalle regioni Polari che tra venerdì e sabato raggiungerà anche l'Italia. 

 

Primo passo: il vortice che da qualche giorno staziona sul nostro centro-sud, pur tendendo lentamente a indebolirsi, tradisce un sintomo ben preciso, ovvero la predisposizione atmosferica a creare ciclogenesi (centri di bassa pressione) su quel settore del nostro mare. 

Quanto detto è più di una ipotesi, dato che gli stati di equilibrio che l'atmosfera si crea risultano spesso ripetitivi. Dimostrazione del fatto viene dal'analisi della terza mappa, pubblicata poco sotto: ci mostra la discesa di una saconda saccatura dal nord Europa che, tra le giornate di venerdì 15 e sabato 16, daranno vita ad una rinnovata situazione di maltempo su diverse regioni dell'Italia.

In questo frangente verranno però maggiormente interessate quelle centro-settentrionali. Dato l'intreccio delle masse d'aria coinvolte nei vari processi, non escludiamo di prevedere la prima neve a quote basse sul nostro settentrione, così come ampiamente anticipato e descritto in diversi articoli pubblicati nella giornata odierna.

Nonostante queste nevicate, del tutto normali comunque ad autunno avanzato, non si sarà ancora scomodato l'inverno.

Osservate però l'ultima mappa in basso: trattasi di una saccatura polare distesa lungo i meridiani, ben stretta tra l'alta pressione atlantica ad ovest e dall'anticiclone russo ad est. Essa si porta dietro aria particolarmente fredda e inserita in una circolazione ciclonica particolarmente ampia e complessa, destinata a raggiungere anche l'Italia.

A parere dell'ultima corsa del modello inglese, qui analizzata passo passo nel corso della sua emissione serale, vengono così confermate le ipotesi probabilistiche citate nei precedenti articoli dedicati a questo argomento. Per quei giorni dunque, ovvero tra il 18-19 novembre e il 22-23 novembre, l'Italia verrà sferzata da una situazione meteo-climatica pre-invernale a tutti gli effetti.

Una sorta di prova generale della stagione che, se dovesse confermare tali premesse, potrebbe davvero partire con il piede giusto.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum