Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Modello inglese ultima corsa: MALTEMPO protagonista sin quasi a fine mese

L'Atlantico si dimostrerà ancora in gran forma, sfornando perturbazioni a ripetizione, che porteranno molta pioggia su tutta l'Italia. Il profilo termico, dapprima ancora superiore alla media, scenderà progressivamente, in particolare al nord, dove potremo ritrovare anche qualche occasione per nevicate a bassa quota.

Previsioni meteo - 15 Gennaio 2014, ore 20.00

Ecco a voi l'ultima corsa serale del modello inglese ECMWF. Dalle ore 21.00 appariranno via via i commenti e le analisi del nostro previsore di turno riguardo alle mappe più rilevanti e interessanti scelte fra i successivi 10 giorni di previsione. 

 

 


 

ANALISI della situazione attuale: Il comparto euro-atlantico si trova sotto l'azione di un vasto e complesso sistema depressionario, che raggiunge anche il Mediterraneo, dove si spinge con diverse perturbazioni. La prima, che oggi, mercoledì, ha interessato le nostre regioni meridionali, si sta allontanando verso la Grecia e l'Egeo. Intanto dalla Francia si sta già avvicinando un secondo sistema frontale, che domani, giovedì, interesserà progressivamente il nord e parte delle regioni tirreniche.

 

L'Atlantico è una fucina di perturbazioni. Il canale di bassa pressione, ormai ben consolidato, che unirà in presa diretta le vorticità canadesi con il tempo solitamente più pacato del Mediterraneo, condurrà a bersaglio numerose e intense perturbazioni. Il bersaglio, giusto per capirci, sarà proprio l'Italia.

Tanta pioggia ok, e tanta neve sulle Alpi, doppio ok, ma le temperature? E il freddo? Quando si farà sentire l'inverno?

La stagione delle nevicate fino in pianura pare ancora lontana dagli obiettivi del generale, pur se con il passare dei giorni, l'inverno tenterà di rimettersi in carreggiata. D'altra parte non si può avere, come si suol dire, la botte piena e... In altre parole, le masse nuvolose provenienti dall'oceano escludono per forza di cose le masse d'aria fredde e secche provenienti dal continente.

E il freddo in Europa ci sarà, basta osservare le mappe allegate e guardare nell'angolino in altro a destra. Si tratta di un freddo che non può competere con la spinta dinamica furibonda delle correnti temperate dell'oceano. Un elemento questo che ha sorpreso anche la modellistica, la quale seguita a rimandare scenari freddi a lungo termine, per poi cancellarli strada facendo, sostituendoli con quelli piovosi atlantici.

Gran neve sulle Alpi, dove si profila una stagione a record, tanta acqua sul resto del Paese, dove anche le precipitazioni di gennaio risulteranno nettamente al di sopra della media quasi ovunque. Perturbazione venerdì 17, altra sabato 18, una terza domenica 19 e poi ancora lunedì 20, martedì 21,  mercoledì 22. Oggi il nord, domani il centro, dopodomani il sud, spesso tutti insieme. Insomma vedete? Non ci sarà tregua. A lungo termine già si intravvede un nuovo blocco perturbato calare verso l'Italia intorno al 24 gennaio, anche se in questo caso l'ultima corsa operativa del modello inglese non trova conferma in altri scenari proposti da altri modelli.

Manteniamo quindi una attendibilità bassa rispetto a quest'ultimo particolare. In ogni caso sin quasi a fine mese di acqua ne arriverà abbastanza, anzi fin troppa. Speriamo solo che il nostro territorio regga ad eventuali crisi idrogeologiche. Per allora un po' di freddo non guasterebbe.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum