Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Lunedì in gran parte soleggiato, specialmente al mattino

Lunedì prevalenza di sole al mattino; dal pomeriggio lento peggioramento sull'alto Piemonte, il versante orientale dell'Appennino e la Sardegna meridionale, a causa dell'arrivo di moderati venti freschi da est. Martedì cielo nuvoloso su parte del nord, il versante adriatico ed il sud, con possibili brevi piogge, e qualche nevicata in montagna. Mercoledì lento miglioramento.

Previsioni meteo - 9 Novembre 2003, ore 11.57

CRONACA: La perturbazione a carattere freddo che nella giornata di ieri ha interessato gran parte del nord ed alcune regioni del centro, ha ormai definitivamente abbandonato la Penisola Italiana. Le precipitazioni più abbondanti nelle ultime 24 ore si sono registrate sulla Toscana, in particolare sulla fascia costiera fra Livorno e Viareggio, e nelle zone interne fra Lucca, Pistoia, Firenze e Prato, dove si sono avuti accumuli localmente superiori agli 80-100 mm (un millimetro di pioggia corrisponde ad un litro su una superficie di un metro quadrato); d'altra parte proprio sulla Toscana nella mattinata di ieri, sabato 8 novembre, si è sviluppato un temibile temporale "autorigenerante", che prendeva vita sul litorale livornese, per poi spingersi rapidamente nell'entroterra, nel letto delle correnti in quota. Piogge così abbondanti, accompagnate da pericolosi fulmini che in alcuni casi hanno mandato in tilt le centraline elettriche, non sono state però determinate dalla sola violenza con cui la pioggia scendeva dal cielo; il fattore preponderante in questo caso infatti ha riguardato la persistenza, ossia la continua formazione (l'autorigenerazione appunto) delle nubi, sempre nella stessa zona, una rigenerazione causata da un raro "mix" di condizioni favorevoli. Andando verso l'Appennino dobbiamo segnalare le nevicate che ci sono state nella mattinata di ieri fino a bassa quota sul settore ligure, toscano ed emiliano-romagnolo; nel corso del pomeriggio la neve alle quote più basse si è trasformata in molti casi in pioggia, a causa dell'avvento dello Scirocco. Solamente nel Genovesato la Tramontana Scura ha garantito il mantenimento di temperature piuttosto basse fino a sera. Anche le Alpi hanno avuto le loro nevicate, specialmente sul settore centrale, dove i fiocchi sono caduti in alcuni casi fino a 400-500 metri di quota; tuttavia in serata, con la lenta attenuazione delle precipitazioni, la quota neve è andata rapidamente salendo. Infine da segnalare alcune piogge sulla Pianura Padana, molto abbondanti a ridosso dell'Appennino Emiliano-Romagnolo. Per quanto riguarda il centro ed il sud invece non si sono avuti particolari problemi; il sole è riuscito a splendere su molte zone, e solamente a tratti le nubi si sono fatte compatte ed hanno scaricato qualche goccia di pioggia. PREVISIONE PER I PROSSIMI TRE GIORNI: A partire dal pomeriggio di domani, lunedì 10 novembre, alcune raffiche di vento fresco tenderanno ad investire la nostra Penisola, in particolare le regioni adriatiche ed il sud, portando nubi sulle zone esposte, e temperature più basse di quelle odierne. Già nella giornata di mercoledì però queste correnti si attenueranno, e lasceranno il posto a venti più miti e deboli provenienti da ovest, richiamati da una perturbazione atlantica che sempre mercoledì abborderà le Alpi occidentali. DETTAGLIO DELLA PREVISIONE FINO A MERCOLEDI' 12: Lunedì, 10 novembre 2003 NORD: Giornata in buona parte soleggiata, con qualche velatura sulle regioni occidentali e banchi di nubi basse al mattino sulle Alpi Piemontesi. Tra il tardo pomeriggio e la serata lento aumento della copertura nuvolosa sulle zone di pianura a ridosso dell'Appennino Emiliano-Romagnolo e sull'alto Piemonte. Foschia al mattino e dopo il tramonto in Pianura Padana. Temperatura in lieve calo dal pomeriggio. Vento moderato sulle coste e l'Appennino Ligure; in serata raffiche di Bora sul Golfo di Trieste. CENTRO: Tempo inizialmente buono ovunque, con un po' di foschia nelle vallate. Dal pomeriggio nubi in graduale aumento sulle zone collinari e litoranee a ridosso dell'Appennino Marchigiano ed Abruzzese, ma con basso rischio di pioggia; verso sera peggioramento anche sulla Sardegna, specialmente sul Cagliaritano, con possibili brevi piogge. Temperatura in calo sulle regioni adriatiche nella seconda parte della giornata. Vento debole, ma in graduale rinforzo, in particolare su Toscana, Appennino e costa adriatica. SUD: Inizialmente soleggiato su tutto il territorio. Dalla tarda mattinata nubi in lento aumento sul Molise, Le Murge e la Basilicata, con qualche goccia di pioggia verso sera; prima della notte copertura nuvolosa in rapido aumento anche sulla Sicilia orientale ed il Reggino, dove non si possono escludere isolati acquazzoni. Temperatura stazionaria o in lieve calo. Vento debole o moderato. Martedì, 11 novembre 2003 NORD: Prevalentemente soleggiato, ad eccezione del Piemonte, delle Prealpi Lombarde e dell'Appennino Emiliano-Romagnolo, dove il cielo sarà spesso coperto; su queste zone non si escludono brevi e deboli precipitazioni. Radi fiocchi di neve oltre i 1000-1200 metri sulle Alpi Piemontesi, al di sopra dei 700-900 sulla dorsale appenninica. Temperatura in calo. Vento moderato su Riviera di Ponente, Appennino e costa adriatica. CENTRO: Cielo a tratti nuvoloso su Marche, Abruzzo, litorale laziale centro-meridionale, Cagliaritano e Nuorese, con possibili piogge, e deboli nevicate sull'Appennino oltre i 1100-1400 metri al mattino, al di sopra dei 900-1000 metri in serata. Temporaneo aumento della copertura nuvolosa anche nelle zone interne del Lazio nel pomeriggio, ma senza conseguenze. Altrove prevalenza di sole. Temperatura stazionaria o in ulteriore diminuzione. Vento debole o moderato. SUD: Graduale aumento della copertura nuvolosa su gran parte delle regioni, con possibili piogge o acquazzoni su Molise, Puglia Garganica, Basilicata, Reggino e Sicilia orientale; generalmente asciutto altrove. Neve oltre i 1200-1400 metri al mattino, al di sopra dei 900 metri sul Molise dal pomeriggio. Temperatura in diminuzione. Vento debole o moderato; forti raffiche in serata sulla costa ionica della Calabria. Mercoledì, 12 novembre 2003 NORD: Giornata in prevalenza nuvolosa, ad eccezione delle Alpi centro-orientali, dove il sole sarà disturbato solamente da qualche lieve velatura. Possibili isolate piogge al mattino nelle zone di pianura a ridosso dei rilievi. Verso sera squarci di sereno sulla pianura veneta ed emiliano-romagnola; precipitazioni moderate e continue invece arriveranno sulle Alpi Piemontesi e la Valle d'Aosta, dove nevicherà oltre i 1400 metri di quota. CENTRO: Nuvoloso su Marche, Abruzzo e Sardegna, con possibili piogge; deboli nevicate intermittenti sull'Appennino oltre gli 800-1000 metri di quota; verso sera tendenza a miglioramento sul versante adriatico. Tempo buono sulle altre regioni, con velature sempre più dense dopo il tramonto sulla Toscana. Vento in attenuazione. SUD: Cielo nuvoloso sul Molise e le coste ioniche, con possibili brevi acquazzoni, e deboli nevicate oltre i 900-1000 metri di quota. Qualche nube di passaggio sulle altre zone, ma con prevalenza di sole. Vento in attenuazione. Tendenza succesisva: Giovedì una moderata perturbazione atlantica interesserà le Alpi, dove si avranno deboli precipitazioni, con nevicate al di sopra dei 1200-1300 metri; altrove solo qualche banco nuvoloso di passaggio, specialmente sulle Isole Maggiori, ma con basso rischio di pioggia (da confermare).

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum