Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La perturbazione si rifornisce di “carburante”

Il sistema frontale sull’Atlantico, nel suo viaggio verso l’Europa, cerca di prepararsi il terreno per sferrare un attacco frontale all’anticiclone.

Previsioni meteo - 8 Luglio 2002, ore 09.41

L’impulso freddo di cui tanto abbiamo parlato alla fine della settimana scorsa ha seguito la traiettoria prevista ed adesso lo ritroviamo distesa fra le Isole Britanniche e l’Atlantico centrale. Su queste zone sta affluendo aria piuttosto fredda dai mari attorno all’Islanda, e ciò non fa che rinvigorire i contrasti, aumentando la forza dell’impulso stesso. Per adesso il fronte occluso (quello che denota la “maturità” della depressione) non si è ancora formato; questo avverrà entro 12 ore, e di conseguenza il fronte freddo tenderà a ruotare dirigendosi verso la Spagna e il Golfo di Guascogna, a causa dell’accentuazione ulteriore del contrasto fra l’aria in arrivo e quella preesistente, più calda. Infatti, il flusso di aria calda richiamato dalla perturbazione prima del suo passaggio è già piuttosto intenso e sta interessando la Francia settentrionale, dove si registrano temperature piuttosto alte, nonostante il cielo sia nuvoloso. Con lo spostamento verso sud di tutto il sistema, cominceranno ad alzarsi venti tiepidi da SW sul resto della Francia e sulla Spagna settentrionale, favorendo un aumento dell’umidità relativa dell’aria, e quindi preparando il terreno alla perturbazione in arrivo. Sulla Spagna centrale e sul Golfo di Guascogna è presente un piccolo ma intenso nucleo, formato perlopiù da nubi temporalesche, che stanno portando precipitazioni abbastanza diffuse. In realtà si tratta di una vecchia perturbazione che, viaggiando dalle Azzorre verso la Spagna, ha “avvertito” la presenza alle alte quote del richiamo caldo del sistema sull’Inghilterra e quindi è stata rinvigorita notevolmente, trovando nuove energie. Nelle prossime ore questa perturbazione tenderà ad essere letteralmente risucchiata all’interno della depressione regalando precipitazioni forti ed abbondanti alla Francia centrale, con il rischio che si verifichino alcune situazioni potenzialmente pericolose per questa zona. A sua volta, l’arrivo sulla Spagna della piccola perturbazione, sta creando un altro richiamo di aria calda, stavolta dall’Algeria e la Tunisia verso il Mediterraneo centrale; ciò sta provocando il sollevamento di tonnellate di sabbia rossa del deserto, con venti secchi da SE in estensione graduale al Canale di Sardegna e alle Baleari. Questi venti, scorrendo su un mare caldo, provocheranno entro domani la formazione di un letto di nubi stratificate, all’interno del quale potrebbero nascere localmente alcuni cumuli, che porteranno locali rovesci di breve durata sulla Sardegna. Si tratterà comunque di un fenomeno abbastanza limitato, che non porterà conseguenze al tempo sul resto dell’Italia, se non per il passaggio di alcuni banchi di nubi alte; infatti, con l’allontanamento della perturbazione spagnola, anche i venti caldi africani tenderanno a diminuire di intensità ed efficacia, fino a scomparire del tutto entro domani sera.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.41: SS202 Triestina

coda rallentamento

Code, traffico intenso nel tratto compreso tra 1,865 km dopo Incrocio Trieste-Via Servola (Km. 35)..…

h 12.33: A7 Milano-Genova

coda incidente

Code per 1,3 km causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Gropello Cairoli (Km. 30,7) e All..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum