Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Diretta modelli: lunga vita all'autunno

MeteoLive commenta per voi in diretta l'ultima emissione del modello inglese, a cura del nostro previsore di turno. Un articolo non solo utile ma anche didattico, poichè permette a chi si avvicina per la prima volta a questa scienza affascinante di capire le linee guida di come si elabora una previsione.

Previsioni meteo - 6 Ottobre 2013, ore 20.00

Ecco a voi l'ultima corsa serale del modello inglese ECMWF, fra gli strumenti principali per poter elaborare una previsione, in progressivo aggiornamento automatico dalle ore 20.00 in poi.
Dalle ore 21.00 appariranno invece via via i commenti e le analisi del nostro previsore di turno riguardo alle mappe più rilevanti e interessanti scelte fra i successivi 10 giorni di previsione. 

 

 
ANALISI della situazione attuale
: il flusso perturbato principale scorre intorno al 60° parallelo mostrando un delta (un bivio) all'altezza della Danimarca: il ramo settentrionale va ad alimentare un profondo centro di bassa pressione sito sul mar di Norvegia, quello meridionale si inserisce in una struttura di bassa pressione secondaria posto in corrispondenza dell'Italia. Ad ovest, l'alta pressione delle Azzorre interessa penisola Iberica e Francia spingendosi con il promontorio fin quasi sull'Europa centrale. Da questa posizione favorirà il successivo isolamento di una goccia depressionaria sull'Italia.

 

La posizione della goccia fredda sull'Italia è bene evidente anche dall'analisi sinottica proposta dal modello inglese nella sua ultima corsa delle ore 21.00 di domenica. Ne scaturirà una condizione favorevole a tempo instabile, a tratti anche perturbato, su diverse regioni dell'Italia. La situazione rimarrà quasi immutata fino a mercoledì 9, seppur in un contesto di variabilità che a tratti, potrà anche concedere qualche schiarita.

 La mappa qui sotto però ci mostra un nuovo colpo di scena a partire proprio da metà settimana: una possente pulsazione anticiclonica lungo i meridiani atlantici andrà a gonfiare un pallone anticiclonico anomalo nei pressi della regione scandinava, già piuttosto fredda a in questo periodo. L'aria fredda verrà quindi prelevata e incanalata lungo un asse di bassa pressione che giovedì 10 ottobre si dirigerà verso il nord Italia, dove determinerà un nuovo peggioramento del tempo. 

 A detta del modello in esame il guasto non solo sarà importante per via del forte sbalzo di temperatura atteso sul nostro Paese, ma anche perchè avrà un seguito anche oltre la metà del mese.

Dapprima osserveremo un sensibile calo delle temperature sul nord e in parte anche sul centro intorno al prossimo fine settimana, poi una risalita repentina al sud, per innesto di aria temporaneamente più calda dal nord Africa. Venerdì 11 avverrà lo scontro delle due masse d'aria sull'Italia e dunque il tempo potrà risultare perturbato su gran parte del Paese.

A seguire, l'inserimento di una nuova puslazione depressionaria dalle alte latitudini europee andrà ad amplificare ulteriormente l'onda di bassa pressione, la quale per martedì 15 ottobre avrà ricoperto gran parte dell'Europa, Italia compresa. 

La linea di tendenza conseguente pare inviare un terzo peggioramento verso l'Italia a partire da domenica 13, con successovo passaggio a tempo instabile, soprattutto al nord e al centro. Le temperature rimarranno al di sotto della media al centro-nord, tenderanno a calare anche al sud, portandosi attorno ai valori medi stagionali.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum