Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Diretta live dal modello inglese: aria fresca e instabile in vista per il nostro meridione

MeteoLive commenta per voi in diretta l'ultima emissione del modello inglese, a cura del nostro previsore di turno. Un'articolo non solo utile ma anche didattico, poichè permette a chi si avvicina per la prima volta a questa scienza affascinante di capire le linee guida di come si elabora una previsione.

Previsioni meteo - 17 Settembre 2013, ore 20.00

Ecco a voi l'ultima corsa serale del modello inglese, fra gli strumenti principali per poter elaborare una previsione, commentata passo passo dal nostro previsore di turno, parallelamente all'emissione da parte dell'Università di Reading. 
ATTENZIONE: gli aggiornamenti delle mappe hanno luogo progressivamente già a partire dalle 20.00, i commenti progressivamente a partire dalle ore 21.00.

 


ANALISI (mappa con la situazione del 17 settembre)

L'Europa è dominata nel suo settore centrale da una vasta saccatura entro la quale ruotano diversi minimi di pressione. Una perturbazione ad essa legata sta attraversano tutta l'Italia, seguita da correnti fresche nord-occidentali che tendono a concentrare condizioni di maggiore instabilità atmosferica sulle nostre regioni centro-meridionali.

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

Situazione prevista per mercoledì 18 settembre (a 24h):

E' una settimana determinante per l'evoluzione meteo-climatica che si pone alla base di questo autunno. Proprio in questi giorni infatti l'atmosfera metterà in atto le manovre necessarie ad impostare il nuovo assetto circolatorio a livello generale.

Dapprima ritroveremo un flusso portante caratterizzato da un forte gradiente, ovvero animato da sensibili differenze di temperatura e pressione tra le alte e le medie latitudini, ma piuttosto teso e quindi rettilineo, poi progressivamente più lento e ondulato. Le perturbazioni, principalmente legate alla presenza di un vasto centro di bassa pressione sull'Europa centro-settentrionale, scorrono oltre il 50° parallelo, andando poi ad abbassarsi fin quasi a latitudini mediterranee tra Grecia e Turchia.

Il tutto a causa dell'interferenza, per altro piuttosto marginale, dell'anticiclone delle Azzorre, ben saldo sulle acque dell'Atlantico subtropicale. Ma fate attenzione a quella piccola "falla" di bassa pressione presente in quota sul Marocco...

--------------------------------------------------------------------------------------------------------
Situazione prevista per giovedì 19 settembre (a 48h)
:

Da quella struttura prenderanno vita alcuni corpi nuvolosi che interesseranno il nostro meridione e le Isole maggiori tra mercoledì 18 e giovedì 19 settembre, apportando nubi irregolari e qualche occasionale rovescio o temporale. Al nord. essenzialmente lungo l'arco delle Alpi e sul Triveneto, la nuvolaglia legata ad un'altra perturbazione porrà in essere le medesime conseguenze poi, l'aria fresca al seguito, andrà a riattivare sino a sabato 21 l'instabilità atmosferica sul nostro meridione.

Ecco giunti al fine settimana; ponendo gli occhi sulla giornata di domenica (mappa qui sotto) osserviamo subito un importante colpo di scena: l'anticiclone delle Azzorre, con una improvvisa pulsazione meridiana, andrà a spodestare il vortice nord-europeo, per piazzare un massimo in posizione decisamente anomala. Ne deriverà una colata di aria nuovamente più fresca verso la regione balcanica e l'Italia, con particolare riferimento al nostro centro-sud. Qui, oltre a rinnovate condizioni di instabilità, si assisterà anche ad un calo delle temperature fino a 3-4°C al di sotto delle medie stagionali. 

Situazione prevista domenica 22 settembre (a 120h):

 

Ecco dunque il nuovo assetto generale dell'atmosfera, in ottemperanza a quanto anticipato all'inizio della nostra chiacchierata: ampi scambi meridiani, alta pressione protesa sui settori occidentali europei e aria fredda in calata verso quelli centro-orientali. Una siffatta situazione finirà per dividere l'Italia in due: da una parte nord e centro, che dal prossimo fine settimana e almeno fino a mercoledì 25 settembre, si vedranno interessate da bel tempo e temperature prossime alla norma stagionale, dall'altra la cresta delle Alpi e il sud, interessati a oltranza da tempo instabile e con temperature sotto la norma. La mappa qui sotto, riferita alla giornata di mercoledì 25 settembre, chiarisce graficamente il discorso.

Non ci aspettiamo grandi cambiamenti anche a lungo termine, dove gli scenari probabilistici ricalcano a grandi linee quanto evidenziato dalla corsa ufficiale del modello, qui sotto riprodotta, e che fino a venerdì 27 settembre vede ancora l'alta pressione delle Azzorre in posizione ingombrante alle porte occidentali del Continente, con l'Italia sotto il tiro di fresche correnti settentrionali, ma in un contesto che diverrà progressivamente più asciutto anche al sud. Da segnalare anche il ritorno della piccola estate settembrina su Paesi iberici, britannici e in Francia.

ATTENDIBILITA' DEL RUN:  abbastanza elevata fino a sabato 21 settembre (70%), poi in lento calo a percentuali minori domenica (65%), in degrado più vistoso a partire da lunedì 23 e fino a venerdì 27 (45-50%).


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.56: A4 Brescia-Padova

incidente rallentamento

Traffico rallentato causa incidente nel tratto compreso tra Svincolo Sirmione (Km. 253,7) e Svincol..…

h 06.49: A50 Via Sandro Pertini incrocio Tangenziale Ovest Di Milano

coda incidente

Code per 5 km causa incidente nel tratto compreso tra Allacciamento A1 Milano-Napoli (Km. 31,3) e..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum