Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Attenzione: da lunedi vi ritroverete improvvisamente in INVERNO!

LUNEDI e MARTEDI si concretizzerà il peggioramento che coinvolgerà gran parte d'Italia, lasciando all'asciutto il solo Piemonte. MERCOLEDI sarà la volta delle regioni medio-adriatiche, mentre il sud tirrenico risentirà maggiormente dei forti temporali che attraverseranno la Penisola, tagliandola come una lama nel burro. Colonnina di mercurio in autentico crollo, neve a quote sempre più basse, occasionalmente in pianura. Venti in rinforzo ovunque, mari in collera. Signori, arriva l'inverno!

Previsioni meteo - 18 Marzo 2007, ore 12.55

NORD: Sul nord-ovest cieli in prevalenza molto nuvolosi o coperti ovunque. Precipitazioni concentrate sul settore alpino centrale, sulle Prealpi Lombarde, sull'Alta Valle d'Aosta e sullo Spezzino; marginale coinvolgimento di Bassa Valle d'Aosta, Genovesato e pianura lombarda; asciutto su gran parte del Piemonte, sulla Liguria occidentale e sul Pavese. Neve a quote progressivamente più basse su Alpi e nord-Appennino, stante il calo termico previsto a partire dal pomeriggio: fin sui 300 metri sulle Alpi e sugli 800 in Appennino. Venti di matrice occidentale, forti sulla Liguria, moderati altrove. Molto mosso il Mar Ligure. Sul nord-est generali condizioni di tempo perturbato ad eccezione dell'Emilia Romagna, dove il tempo si manterrà prevalentemente asciutto, a parte qualche sporadica pioggia su Piacentino e Parmense. Per il resto cieli coperti e fenomeni diffusi, a tratti intensi e persistenti, come il caso del Friuli, dove sono attesi importanti quantitativi precipitativi. Neve su Alpi e Prealpi a quote sempre più basse (in media in calo da 1300 a 800 metri), stante la concomitante diminuzione delle temperature. Venti forti meridionali su Friuli Venezia Giulia, Laguna Veneta e dorsale appenninica; deboli variabili altrove. Molto mosso l'Alto Adriatico. CENTRO: Sulle regioni tirreniche, sull'Umbria e sulla Sardegna occidentale tempo perturbato con precipitazioni diffuse, a tratti intense e a carattere temporalesco, specie lungo i litorali. Decisamente più al riparo Sardegna orientale, Marche ed Abruzzo, prevalentemente all'asciutto, a parte un parziale interessamento dell'Aquilano interno. In serara attenuazione dei fenomeni sulla Toscana. Temperature in calo e quota-neve in abbassamento, mediamente da 1600 a 1000 metri. Forte Libeccio ovunque, raffiche molto forti sulla dorsale appenninica e sul litorale toscano. Bacini molto mossi, localmente agitati quelli occidentali. SUD: Sui litorali tirrenici di Campania, Basilicata e nord-Calabria tempo inizialmente instabile e tendente a perturbato, complice il peggioramento temporalesco in arrivo da nord che interesserà anche buona parte del Molise. In serata fenomeni forti o molto forti investiranno Isernino, Casertano ed Irpinia. Quota-neve in repentino abbassamento entro sera, quando guadagnerà altitudini prossime ai 1000-1200 metri. Accumuli abbondanti sui Monti del Matese. Altrove tempo soleggiato o velato, comunque asciutto. Temperature in calo. Libeccio forte con raffiche anche molto forti. Mare da molto mosso ad agitato. Martedì, 20 marzo 2007 NORD: Sul nord-ovest molte nubi ovunque, più compatte su Liguria e Lombardia, ma con fenomeni limitati all'Alta Valtellina, all'Alta Valle d'Aosta e al settore appenninico ligure, con neve fino a quote collinari. Al primo mattino parzialmente interessato anche il Mantovano. Altrove tempo asciutto con qualche schiarita più ampia sul Piemonte occidentale. Temperature in repentino abbassamento, fin su valori inferiori alla media del periodo nei valori diurni. Venti forti di foehn sulle Alpi, sempre settentrionali sull'Appennino Ligure, moderati altrove con l'eccezione dell'Imperiese, che risulterà sottovento. Mar Ligure molto mosso. Sul nord-est tempo moderatamente perturbato con precipitazioni diffuse anche se non di forte intensità, più insistenti sul settore costiero dell'Alto Adriatico. I fenomeni risulteranno nevosi fino quote collinari (300-500 metri), ed occasionalmente guadagneranno la pianura, seppur misti ad acqua, come il caso di Modenese e Reggiano. Possibili fiocchi anche su Bologna e Parma. Temperature in ulteriore deciso calo. Venti in rotazione a nord, con foehn sostenuto sulle Alpi e venti moderati in pianura, da nord-ovest sull'Emilia. Mare generalmente mosso. CENTRO: Tempo generalmente instabile, a tratti perturbato, con piogge intermittenti, sovente a carattere di rovescio o temporale, più probabili sull'ovest-Sardegna e sulle regioni tirreniche, Umbria compresa. I fenomeni risulteranno intensi sull'Isola e persistenti sul Lazio. Marche ed Abruzzo all'asciutto, fatta eccezione per Pesarese ed Aquilano interno, marginalmente interessati. Temperature in ulteriore calo; quota-neve fin sui 600-800 metri, ma occasionalmente anche più in basso. Venti forti di matrice occidentale. Mosso il Medio Adriatico, da agitato a molto agitato il Tirreno Centrale, Mare Grosso al largo della Sardegna. SUD: Tempo decisamente perturbato su tutto il litorale tirrenico, specie sulle coste di Campania, Basilicata e Calabria, dove si avranno fenomeni persistenti e a tratti molto intensi, con il passaggio di forti temporali. Altrove tempo instabile, a tratti moderatamente perturbato, con Crotonese, litorale molisano e sud della Sicilia probabilmente all'asciutto. Neve a quote sempre più basse in Appennino (fin sui 500 metri nei fenomeni più intensi), complice il calo delle temperature. Venti forti ovunque di matrice occidentale. Molto mossi i bacini orientali, agitati o molto agitati quelli occidentali. Mare grosso sul Basso Tirreno. Mercoledì, 21 marzo 2007 NORD: Sul nord-ovest tempo in generale miglioramento con ampie schiarite specie su Piemonte, Liguria occidentale e Bassa Valle d'Aosta. Clima asciutto ovunque anche se con temperature inferiori alla media del periodo. Freddo e piuttosto ventilato ad eccezione del Torinese. Mosso il Mar Ligure. Sul nord-est instabilità residua sulla Romagna con possibili fenomeni, nevosi fin sui 500 metri, occasionalmente anche più in basso. Rovesci frequenti anche sull'Alto Adige, con neve fin sul fondovalle. Per il resto cieli molto nuvolosi ma in un contesto generalmente asciutto e con tendenza a schiarite sempre più ampie a partire da ovest. Freddo ovunque con temperature inferiori alla media del periodo. Venti in generale attenuazione, sempre settentrionali. Alto Adriatico mosso con moto ondoso in attenuazione. CENTRO: Su Marche, Umbria, Abruzzo, Lazio e Sardegna cieli molto nuvolosi con frequenti episodi di rovesci e temporali, localmente anche intensi, come su Basso Lazio e Oristanese. Sul litorale laziale tempo ancora perturbato con piogge persistenti. Neve oltre quota 600-700 metri in media, occasionalmente più in basso, specie sulla Sardegna. Temperatura in lieve ulteriore calo, con freddo diffuso. Venti in rotazione a nord su Marche e Toscana. Ventilazione e moto ondoso in generale attenuazione, con bacini ancora molto mossi; inizialmente molto agitato il Mare di Sardegna. SUD: Tempo decisamente perturbato su tutto il litorale tirrenico peninsulare, con episodi di temporali forti e precipitazioni persistenti ed a tratti intense. Per il resto rovesci intermittenti, più frequenti su Molise, Campania interna, Sicilia e litorale garganico. Prevalentemente asciutto su Crotonese. Temperatura in ulteriore diminuzione e neve fin sui 400-600 metri. Venti ancora forti sui litorali jonici e sulla Sicilia, deboli su Casertano e Molise, moderati altrove. Mare grosso sul Canale di Sicilia, agitati Jonio e Basso Tirreno, molto mosso il Basso Adriatico; moto ondoso in generale attenuazione ovunque. Tendenza successiva: GIOVEDI ancora forte instabilità sulle regioni meridionali, con rovesci ancora possibili su Abruzzo, Sardegna e Alto Adige. Per il resto variabile e parzialmente soleggiato. Freddo al mattino e venti in rinforzo sui litorali. VENERDI nuovo impulso perturbato in arrivo da nord-ovest. Sempre freddo.

Autore : Emanuele Latini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 22.35: T1-TRF.Bia Traforo Del Monte Bianco

blocco

Regolazione traffico con chiusura ad intermittenza nel tratto compreso tra Piazzale Lato Italiano (..…

h 22.26: A1 Firenze-Roma

rallentamento

Veicoli lenti nel tratto compreso tra Ponzano Romano-Soratte (Km. 516) e Allacciamento Diramazione..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum