Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

L'autunno avanza e si avvicina il periodo dei FUNGHI: arriveranno?

Settembre ha portato all'attivo alcuni episodi piovosi e i cercatori di funghi sono in trepidante attesa...

Natura e meteo - 20 Settembre 2017, ore 09.40

La seconda metà di settembre sancisce l'avvio ufficiale della ricerca dei funghi sul nostro Paese. Si guarda con speranza il cielo affinché possa concedere altra pioggia, che in questo settembre è caduta a fasi alterne sullo Stivale.

Le preziose gocce di pioggia (escludendo ovviamente gli eccessi che hanno portato anche disastri) sono cadute in maniera non democratica in Italia; detto in altri termini, alcune regioni hanno accumulato piogge oltre la media; altre sono rimaste in deficit e la pioggia si è vista solo con il contagocce.

La nascita dei preziosi miceti è legata in maniera quasi indissolubile alle piogge cadute. Tuttavia, un ruolo importante spetta anche al tempo che segue; se alle piogge fa seguito un clima umido e piuttosto caldo, la nascita dei funghi sarà garantita tra i 10 e i 15 giorni dopo il picco piovoso caduto. 

Se dopo la pioggia intervengono temperature basse o ancor peggio la Tramontana (il nemico peggiore dei funghi) la crescita può anche stopparsi e la raccolta essere misera se non addirittura nulla.

Le basse temperature di questi giorni unitamente alla rotazione delle correnti dai quadranti settentrionali non sono quindi il massimo per la nascita dei funghi in Italia.

DIAMO DUE NOTE TECNICHE SUI FUNGHI

La maggior parte delle persone crede che il fungo sia la famosa protuberanza fatta di gambo e cappello, quella che viene raccolta dal terreno e comunemente mangiata.

Niente di più sbagliato! Il fungo in realtà è un filamento sottile che si trova nel terreno e viene chiamato MICELIO. In condizioni particolari di umidità e di temperatura, il micelio fruttifica e produce il CARPOFORO. Il carpoforo non è altro che il corpo fruttifero del fungo, quello che comunemente si vede nei boschi con gambo e cappello.

Conoscere i funghi è cosa assai importante per non incorrere in avvelenamenti talora gravi, che possono portare in alcuni casi anche alla morte. Molti funghi sono belli a vedersi, ma ahinoi velenosi. Un tipico esempio ce lo fornisce l'amanita phalloides: fungo elegante, slanciato, sodo, anche gradevole al gusto, ma mortale per ingestione.

Quali sono i funghi più ambiti? Secondo la maggior parte delle persone, gli ovuli sarebbero quelli più gradevoli sia come gusto, sia come metodo di cottura. Poi abbiamo i famosi porcini, che si presentano sodi al tatto, tubulari nel cappello e molto profumati. I porcini sono i funghi per eccellenza; in poche parole: chi va per funghi solitamente "va per porcini".

 


Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 06.49: A29 Palermo-Mazara Del Vallo

incidente

Incidente a 1,331 km prima di Svincolo Capaci-Isola Delle Femmine (Km. 4,5) in direzione Svincolo..…

h 06.49: A1 Milano-Bologna

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Barriera Di Milano Sud (Km. 8,9) in direzione Bologna dalle 06:45..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum