Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Fatti un bagno...nell'arsenico!

Questo metallo, insieme ad altre sostanze inquinanti, abbonda in certi laghi americani ed è responsabile di danni alla fauna ittica e a chi ne fa largo consumo. In Italia la situazione è per fortuna migliore.

Natura e meteo - 8 Giugno 2004, ore 10.03

Tra le varie forme di inquinamento che purtroppo affliggono un po' tutte le distese d'acqua del Pianeta, la presenza dei metalli pesanti disciolti in acqua viene avvertita soprattutto nel tempo. Infatti se irritazioni della pelle o rossori non risultano letali per l'uomo, l'ingerimento in dosi massicce di mercurio, piombo e arsenico attraverso le specie ittiche contaminate aumenta il rischio di contrarre il cancro. Mentre le prime due sostanze sono maggiormente presenti nei mari, l'arsenico sembra abbia elevate concentrazioni nei laghi. A stabilirlo è una ricerca del MIT (Massachussets Institute of Technology) di Boston, svolta nelle acque del lago Mystic, Stati Uniti nordorientali. Negli anni passati, le industrie chimiche e le concerie circostanti hanno riversato nelle acque di questo lago decine di tonnellate di sostanze inquinanti. Attualmente, delle severe norme ambientali hanno posto fine a tutto questo ma il bilancio dei danni non si è purtroppo concluso. Come è noto infatti, le acque dei laghi hanno dei meccanismi più lenti di ricambio e smaltimento di determinate sostanze rispetto ad esempio a quelle del mare o dell'oceano. In particolare, la presenza del nitrato altera il meccanismo di trasformazione e riassorbimento dell'arsenico e produce un'insolita fioritura di alghe che riducono la quantità di ossigeno disciolto in acqua. Particolarmente colpite le acque più profonde che risentono meno del debole rimescolamento meccanico di superficie. La maggior concentrazione del metallo è avvertita soprattutto dai pesci e dagli anfibi di cui sono state registrate delle "misteriose" morie, specie in tarda primavera e in estate, quando la vegetazione lacustre è più rigogliosa. Secondo gli scienziati non c'è alcun dubbio circa il collegamento fra inquinamento ed aumento della concentrazione di un metallo come l'arsenico. Quali sono i rischi per l'uomo? L'immersione prolungata nelle acque particolarmente contaminate ha causato delle irritazioni cutanee, specie nei bambini e sulle pelli più delicate. L'insidia maggiore viene però dal consumo dei pesci contaminati: come già anticipato, aumentano le possibilità di contrarre un tumore. La situazione dei laghi in Italia è preoccupante? Sicuramente molto meno di certi laghi americani. Nel nostro Paese, un po' per un'arretratezza industriale rispetto agli Stati Uniti ed anche grazie ad una più lungimirante difesa ambientale dei nostri laghi abbiamo fino ad oggi limitato i danni. Tuttavia, le concentrazioni di inquinanti salgono anche da noi, specie in estate quando si aggiunge anche una diminuzione del livello delle acque.

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum