Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

E’ iniziata l’estate, ma la natura ha già sete!

Davvero un anno molto strano quello che stiamo trascorrendo: dal freddo di aprile si è passati ad un caldo estivo già nei primi giorni del mese di maggio…e giugno non ha mai dato tregua...

Natura e meteo - 24 Giugno 2003, ore 10.18

Giugno è sempre stato per tutti il mese di avvio alla stagione estiva vera e propria. I più giovani finiscono le scuole e si recano nei rispettivi luoghi di villeggiatura, per trascorrere al fresco i mesi solitamente più caldi dell’anno: luglio e agosto. La natura, di solito, presenta colori molto sgargianti in questo mese, con fiori di ogni tipo e alberi di un verde rigoglioso, dopo le abbondanti piogge primaverili. Per chi va al mare, il mese di giugno si presenta quasi sempre ventilato, con brezze sostenute e l’acqua ancora piuttosto fredda. Quest’anno, basta fare un giro in un bosco o recarsi in riva al mare per capire che le cose non stanno andando secondo copione. Le foglie delle piante risultano già coriacee come a fine estate e soprattutto l’erba dei campi si presenta ingiallita, in qualche caso anche con pochissimi fiori. Per non parlare dell’acqua dei nostri mari, calda come alla fine di agosto, con il regime delle brezze termiche notevolmente indebolito. Ecco il giugno di quest’anno, un giugno con pochissime precipitazioni e con un sole implacabile che nelle ore pomeridiane fa schizzare in alto i nostri termometri. Ecco il giugno di quest’anno, un giugno in cui si invoca a squarciagola un po’ di refrigerio già a pochi giorni dall’inizio astronomico dell’estate. Un mese con un caldo assolutamente fuori luogo, che oltre ad incidere sulla vita di noi tutti, ha pesanti ripercussioni su molti ecosistemi naturali. Basti pensare allo scioglimento precoce dei nostri ghiacciai, che avviene dopo un inverno avarissimo di precipitazioni. Basti pensare alle alterazioni indotte dall’acqua di mare troppo calda: circa 10 giorni fa si è avuta una grande moria di meduse nel Mar Ligure e il Mare Adriatico risulta sempre più spesso coperto da mucillagini. Per non parlare, poi, del problema dell’approvvigionamento idrico: molte zone d’Italia sono già con i rubinetti a secco e il Fiume Po è ai minimi storici. Al di la di tutti i problemi che la natura presenta, questo caldo ha privato in noi addirittura il piacere dell’estate. Si invocano già ora le piogge rinfrescanti e ci si augura che il caldo sia al termine, quando la stagione estiva è appena cominciata. Un paradosso assurdo, ma purtroppo reale.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 14.37: SS309 Romea

incidente rallentamento

Traffico rallentato, incidente a 1,315 km prima di Incrocio Mestre Ovest/Svincolo Rotatoria Margher..…

h 14.35: A4 Milano-Brescia

coda

Code causa viabilità esterna non riceve a Svincolo Sesto San Giovanni-Viale Zara (Km. 138,5) in u..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum