Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Vortice polare: cos'è e come influisce sul tempo di casa nostra

Il bello e il cattivo tempo dipendono per buona parte dai lui, in particolare nella stagione fredda.

MeteoLive school - 14 Novembre 2011, ore 11.22

 Il vortice polare, questo sconosciuto. Cosa si intende per l'esattezza con questo termine? Si intende quella circolazione che ruota in senso antiorario attorno alle latitudini polari delimitata dalla cintura delle Correnti a Getto. Questo tipo di circolazione deve la sua direzione di moto alla nota forza deviante di Coriolis che è massima proprio alle alte latitudini.

Entro le sue spire è racchiusa tutta l'aria fredda che si produce continuamente sulla calotta polare e che trova il suo sfogo attraverso le onde planetarie in corsa lungo l'emisfero nel letto delle correnti occidentali. I cavi d'onda non sono nient'altro che le saccature, i centri depressionari, quelli che si allungano fino alle medie latitudini apportandovi maltempo. Le saccature poi possono evolvere ulteriormente o isolare  vortici colmi dell'aria fredda originaria e che sono note come gocce fredde, anch'esse foriere di situazioni di tempo instabile o perturbato.

Per conoscere la forza del vortice polare e dunque avere un quadro generale della circolazione emisferica, abbiamo un indice molto importante che è l'Oscillazione Artica, il cui acronimo e AO. Un AO positivo indica un vortice polare forte che limita alle zone polari o subpolari la presenza di aria fredda e di tempo perturbato, lasciando le nostre latitudini nelle mani degli anticicloni e del bel tempo. Viceversa un AO negativo indica un vortice polare debole che può disperdersi in diverse onde planetarie (fino a quattro) con altrettanti saccature proiettate verso le medie latitudini. Ecco che il maltempo dunque arriva fino a noi.

Durante la stagione invernale il vortice polare individuato tramite l'indice AO trova ulteriore supporto da una figura analoga presente in quota, figura nota come vortice polare stratosferico. Un vortice polare stratosferico profondo agevola l'accumulo di aria fredda a tutte le quote polari con relativo approfondimento anche dell'AO. A volte invece tra le varie quote polari possono mettersi in moto scambi di calore che vanno più o meno a disturbare il vortice freddo facilitandone la dispersione verso le medie latitudini.

L'indice che ci fa conoscere le condizioni del vortice polare su tutte le quote è il NAM (North Anular Mode), ben noto a meteorologi e appassionati poichè sotto certi valori può preannunciare entro i 60 giorni successivi imponenti ondate di gelo invernale alle medie latitudini. Gennaio 1985 docet.


Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum