Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Stratocumuli e Nembostrati: tipologie e differenze

Si tratta di due tipi di nubi abbastanza comuni, che si possono osservare frequentemente nei nostri cieli.

MeteoLive school - 12 Novembre 2002, ore 09.50

Tra tutti i tipi di nubi presenti in natura, gli Stratocumuli sono sicuramente quelle più diffuse. Esse si collocano tra i 600 e i 2000 metri di altezza e si originano quando una massa d’aria più calda scorre al di sopra di un cuscino freddo in prossimità del suolo. Presentano colori molto variabili, dal bianco al grigio ed hanno una base piuttosto appiattita, sormontata da una sommità abbastanza irregolare. Possono estendersi per parecchi chilometri in senso orizzontale, pur presentando uno spessore piuttosto ridotto. Da queste nubi non cadono mai piogge copiose, anche se in caso di banchi di Stratocumuli più spessi possono cadere delle pioviggini o delle deboli piogge. Se la temperatura lo consente questi annuvolamenti possono determinare anche delle nevicate: il classico “cielo da neve” è molto spesso formato da banchi di Stratocumuli molto estesi in orizzontale. Abbastanza diffusi, anche se non come gli Stratocumuli, i Nembostrati accompagnano le nostre giornate di pioggia. Queste nubi, infatti, sono tipiche di condizioni di maltempo e si presentano come una distesa nuvolosa di colore grigio o scuro. La loro base, molto spesso, risulta poco visibile a causa della pioggia continua che scende al di sotto di essa. Le precipitazioni sono di tipo moderato, anche se non mancano dei rovesci un po’ più intensi, anche se a carattere intermittente, intervallati da pioggia più debole. I Nembostrati si originano quando una zona viene interessata dalla parte più attiva di un fronte caldo. La continuità della pioggia è data dalla copertura pressoché compatta che queste nubi danno, in attesa dell’arrivo del fronte freddo che si presenterà con nubi a sviluppo verticale. Frequentemente al di sotto dei Nembostrati vi sono nubi ancora più basse e frastagliate che corrono con il vento. Queste possono essere collegate o no con essi e si muovono in direzione della corrente dominante in prossimità del suolo.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 05.19: A90-GRA Appia-Aurelia

incidente

Incidente a 51 m prima di Area di servizio Ardeatina (Km. 51) in direzione Svincolo Gra-Aurelia…

h 05.17: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente a Cesena Nord (Km. 93,6) in uscita in direzione da Ancona dalle 05:04 del 26 set 2018…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum