Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quando l'alta pressione preferisce la Scandinavia...

Le conseguenze sul tempo di casa nostra sono solitamente orientate a periodi nevosi in inverno e temporaleschi in estate, comunque freddi rispetto alla norma per ogni periodo stagionale. Vediamo nel dettaglio le conseguenze di tale situazione.

MeteoLive school - 22 Settembre 2015, ore 16.10

 Le alte pressioni solitamente cingono le latitudini subtropicali poichè, in virtù della circolazione generale dell'atmosfera, sono proprio questi i settori dove si scontrano in quota le correnti provenienti dalla circolazione equatoriale e da quella temperata. Tale convergenza crea in quota un accumulo di aria che è costretta a sfogarsi verso il basso, attivando dunque vaste aree con moti discendenti, gli anticicloni subtropicali appunto.

Queste strutture a cuore caldo però non mantengono la loro posizione, ma dal lato della circolazione temperata, seguono le vicissitudini delle ondulazioni che si sviluppano in seno alle correnti occidentali. Onde particolarmente sviluppate lungo i meridiani possono risucchiare queste bolle di calore e portarle verso le alte latitudini, anche in prossimità della circolazione circumpolare, dove realizzano il loro scopo, quello di ripristinare gli squilibri di calore. 

Proprio da una di queste manovre prende vita un particolare tipo di anticiclone che, una volta partito dalle regioni subtropicali, tende a stabilirsi nei pressi della Penisola Scandinava. Una tale situazione è codificata tecnicamente come "Scand +", ovvero anomalia positiva del geopotenziale (della pressione) in area scandinava.

Ma solitamente sulla Scandinavia l'aria è fredda. Dove va a finire dunque tutta quell'aria fredda rimossa dall'alta pressione anomala? Naturalmente verso le latitudini temperate, quelle mediterranee per intenderci, dove ingenera condizioni di tempo freddo, instabile e a volte anche pertubato. Se in estate sono i temporali a farla da padrone, durante l'inverno la situazione che si genera può originare condizioni favorevoli a irruzioni di aria artica foriera di nevicate fino a quote basse i pianeggianti.

Anche l'Italia non può sottrarsi a questo alterato stato della circolazione atmosferica. Le condizioni di maltempo più marcato e insistente in caso di Scand+ avvengono quando l'alta pressione scandinava si lega con altre due strutture anticicloniche: quella britannica da un lato (di natura dinamica codificata come EA-, ovvero anomalia negativa della pressione sull'Atlantico orientale) e quella russo-siberiana dall'altro (di natura termica).

In questo caso si realizza un vero e proprio ponte, un canale del freddo che porta sull'Europa e anche sull'Italia ondate di gelo particolarmente severe e che spesso rientrano negli annali dei fenomeni meteorologici estremi.


Autore : Redazione MeteoLive.it

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum