Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Quando il TORNADO striscia nel grano...

Alcune utilissime indicazioni per scampare ad un tornado.

MeteoLive school - 22 Aprile 2016, ore 11.10

Viaggiate su una strada di campagna in una giornata parzialmente nuvolosa, afosa, con minaccia di acquazzoni. All'improvviso di fronte a voi, a circa un km dal punto nel quale vi trovate, notate una densa colonna di polvere, mista a detriti di ogni tipo (debris cloud) sollevarsi da terra pericolosamente e roteare. La prima cosa da fare sarà fermare la vettura e capire nel più breve tempo possibile cosa stia succedendo.

La nube che l'accompagna non mostra attività rotatoria? Allora non si tratta di un imbuto tornadico che si originato da una supercella. Meglio così: è un landspout, un po' meno pericoloso.

Seconda cosa: tracciate una linea retta immaginaria dalla base dei detriti verso il cielo, se non vedete nessuna nube ad imbuto o a proboscide, funnel cloud, non significa che questa non stia per nascere. Se ci sono molte nubi potreste anche non vedere l'imbuto che si sta allungando subdolamente verso il suolo. Se l'umidità è elevata sarà più facile osservarlo.

Terza cosa: notate solo dei cumulus fractus alla base della nube e vedete la colonna di detriti ritornare verso il suolo espandendosi lungo i lati in modo irregolare, potete tirare un sospiro di sollievo. State probabilmente assistendo ad un GUSTNADO, peraltro abbastanza pericoloso, ma che non potrà mai raggiungere la forza di un tornado. Si origina da nubi del tipo a mensola, shelf cloud, di cui abbiamo già parlato in altri articoli. 

Quarta cosa: se invece appare comunque l'imbuto ben delineato e muove verso la vostra direzione, l'unica cosa da fare è quella di rimontare in macchina ed invertire la rotta. Se la strada non lo consente, non esitate ad allontanarvi a piedi nelle campagne, cercate un fosso, una buca nel terreno e accovacciatevi al suo interno.

Non è detto che il tornado continui a seguire la stessa direzione, generalmente la forma più stretta e sinuosa, definita ROPE, prende direzioni irregolari, mentre un WEDGE, un tornado di vaste dimensioni, segue generalmente il sistema temporalesco a supercella che lo accompagna, ma questo probabilmente non è il vostro caso, quindi tranquillizzatevi!

Il DEBRIS CLOUD, la nube di detriti, non deve far gridare sempre al tornado, può essere confusa con una nube di polvere generata dalle discendenze (GUST FRONT) e dalle turbolenze che seguono una "nube a mensola" temporalesca, si parlerà allora di DUST WHIRL, oppure di DUST PLUME se non c'è attività rotativa.

In questo caso avremo a che fare solo con un forte temporale collegato.

Ricapitolando:
DEBRIS CLOUD + FUNNEL CLOUD = TORNADO vero e proprio
DUST WHIRL rotatorio + SHELF CLOUD =GUSTNADO semplice, meno forte del tornado ma abbastanza pericoloso
DUST PLUME + GUST FRONT = Temporale forte senza attività rotativa


Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 01.41: A1 Milano-Bologna

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra Milano-Allacciamento Raccordo P.Le Corvetto-Tang..…

h 01.33: SS17 Dell'appennino Abruzzese E Appulo-Sannitico

problema

Mezzi spargisale in azione nel tratto compreso tra 1,839 km dopo Incrocio Rocca Di Corno (Km. 10,2)..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum