Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Orientarsi tra le nubi: piove o non piove?

Utili riferimenti pratici.

MeteoLive school - 20 Aprile 2002, ore 09.33

Non disponiamo di alcuna carta meteo e dobbiamo arrangiarci con la sola osservazione delle nubi per capire se nell'arco di poche ore arriverà la pioggia oppure il sole resisterà sino al tramonto. L'osservazione è un arte nella meteorologia, chi non sa osservare le nubi o non ho la pazienza di farlo, non sarà mai un buon previsore. Le foto che vi proponiamo non é appariscente, non ci sono gli estremi della spettacolarità e una persona inesperta non si premurerà di munirsi di ombrello prima di uscire di casa. In effetti vista così la fotografia dice poco ma se cominciamo ad analizzarla con calma scopriremo molte cose interessanti. Balza intanto all'occhio la presenza di un cumulonembo in fase matura sullo sfondo. Lo testimoniano le incudini peraltro un po' rinsecchite, che sono il segnale che la nube temporalesca non può salire oltre perchè ha trovato un'inversione in alta quota e si è distesa lateralmente formando appunto questo tipo di nube. Con l'incudine non si scherza: dalla sua sommità, possono cadere chicchi di grandine. Si tratta della parte più fredda dell'intero ammasso nuvoloso. Quella a distanza ci sembra un po' statica giacchè forse non ci sono correnti sufficientemente sostenute nella libera atmosfera che possano sospingerla con rapidità verso altre zone. L'aria sembra peraltro umida solo alle quote inferiori, dove si ritrovano degli stratus fractus, ma non oltre i 3000 m. La precisione con la quale avvistiamo l'incudine potrebbe invece farci pensare che ad alta quota prevalga aria più secca. Saranno allora fondamentali le ore successive: se altri cumuli daranno manforte a quello invecchiato, il temporale potrebbe anche mettersi in moto verso di noi, altrimenti morirà sul posto. Sarebbe allora utile conoscere il profilo termo-dinamico verticale, ma siamo all'aperto, non davanti al pc. Tracciamo una linea blu obliqua che ci possa aiutare: dal suolo alla testa del cumulo la temperatura è mediamente in diminuzione, con eccezione per qualche debole inversione testimoniata dalle stratificazioni che si vedono dalla foto, in coincidenza dell'incudine la temperatura non scende più e parte l'inversione più netta che impedisce al cumulo di salire ulteriormente. Meno male, sennò chissà dove arriverebbe... Sarebbe bene poi osservare il vento: se tira verso il temporale, potrebbe essere un segno favorevole alla pioggia, se non tira affatto o spira dalla zona temporalesca verso di voi però non significa granché. Se invece l'aria diventa più torbida e la vecchia incudine viene sostituita da una più nuova che avanza verso di voi, il temporale è più probabile. La nascita di altri cumuli in zone diverse non è un segnale importante, paradossalmente lo è quasi di più la loro scomparsa, perché tutta l'energia va a concentrarsi sulla cellula più importante. Se l'umidità diminuisce e dunque la visibilità aumenta a dismisura ed il cumulo vi apparirà sempre più lontano o bloccato sul posto, il rischio di pioggia sarà basso. Sarebbe utile anche un barometro, ma voi non l'avete perché siete in strada e dovrete fidarvi solo dei vostri occhi. I cumuli danno lezioni pratiche la cui frequenza è obbligatoria se vogliamo passare gli esami meteo...

Autore : Alessio Grosso

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum