Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Le calme estive e le sorprese che possono nascondere

Quando nel bel mezzo dell'estate i contrasti tra le alte e basse latitudini si fanno molto deboli, la pressione atmosferica risulta ripartita in modo livellato, con assenza di vento anche su lunghe distanze. Le giornate trascorrono tranquille ma...

MeteoLive school - 7 Giugno 2011, ore 11.30

Non sempre i contrasti termici tra le varie latitudini risultano netti e tirati. Nel cuore della stagione estiva ad esempio, l'andamento della pressione, che ricordiamo essere strettamente legato a quello della temperatura, può risultare uniforme, tanto che su una carta di analisi elaborata al livello del mare possono non essere presenti nè centri di alta nè centri di bassa pressione.

La situazione apparentemente sembra di quelle più tranquille e in diversi casi effettivamente lo è. Non dobbiamo però pensare l'atmosfera come un piano, ma come un volume. In questo modo, se vogliamo davvero essere sicuri che la nostra ripartizione livellata della pressione ci porti il sole desiderato e non altre sorprese, dobbiamo verificare cosa accade negli strati superiori.

Nel caso in cui la pressione livellata si riferisca ad un contesto anticiclonico blando in fase di indebolimento e/o se alle quote superiori tende ad affluire qualche refolo di aria fresca, ecco determinarsi una situazione a rischio, con il bel tempo dato erroneamente per scontato.  

Il riscaldamento pomeridiano dei suoli, alquanto marcato a causa dell'assenza di vento, può anzitutto sbloccare l'inversione dinamica ed espandere lo strato limite umido fino a quote superiori ai 3000 metri. In questo caso la forzatura di eventuali strati di inversione può portare a contatto questa aria calda con sacche più fresche presenti in altitudine e portare allo sviluppo di improvvise manifestazioni temporalesche pomeridiane a macchia di leopardo, ma anche molto intense e foriere di fenomeni violenti e/o grandinigeni.
 
La permanenza giorno dopo giorno di questa situazione vede inevitabilmente aumentare tale attività temporalesca pomeridiana e introdurre una fase, prolungata anche per diversi giorni, durante i quali ci dovremo aspettare il classico tempo a "orologeria", bello di notte e al mattino, più turbolento, minaccioso se non addirittura temporalesco al pomeriggio e alla sera.   

Autore : Luca Angelini

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum