Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

La Bora e il Carso

Aspetti e caratteristiche della Bora

MeteoLive school - 12 Ottobre 2004, ore 09.40

Dal punto di vista geografico, la parola Carso sta ad indicare l'altopiano, una volta chiamato Carsia Giulia, che si estende ad Est ed a Sud-Est della città di Trieste. Attualmente, per ragioni politiche, il Carso è suddiviso in triestino e sloveno. Il Carso triestino è ristretto al solo territorio italiano e si estende per circa 40 Km dal Monte S.Michele (Monfalcone) alla Val Rosandra per una larghezza media di 5 Km. La particolare posizione dell'altipiano carsico favorisce un clima vario: alcune vegetazioni sono di natura mediterranea altre addirittura alpine. Cio' induce a considerare il Carso come territorio dal clima continentale. La Bora è creata da un punto d'incontro di due climi, il nordico e il mediterraneo. Si sviluppa principalmente a Trieste perché questa città è posta all'estremità di un mare caldo che si prolunga nel continente ma ha un retroterra freddo. Gli sbalzi di temperatura e di pressione, rompendo un equilibrio sempre instabile, favoriscono l'afflusso dal centro Europa verso il mare di masse d'aria secca che si incanala facilmente nelle depressioni vallive che trova lungo il suo percorso (anche per la morfologia del territorio). Se la differenza di pressione viene esaltata dal transito di una depressione (ciclone) sul Tirreno o Adriatico o dalla formazione di un centro di alta pressione (anticiclone) sull'Europa centro-orientale, oppure dalla contemporanea presenza di una depressione sul mare e di un'alta pressione sul continente, allora il flusso d'aria discendente assume velocità elevate con caratteri di impetuosità. La Bora ha origine presso la Sella di Postumia, in Slovenia, dove il clima marittimo dell'Adriatico, penetrando nell'entroterra, incontra i rigori del clima continentale; essa, dopo Postumia, scivola liberamente sull'altopiano, su cui non trova ostacoli, e poi si abbatte su Trieste ed il suo golfo, dove acquista ancora velocità e porta ad una brusca diminuzione della temperatura di 5°/ 10°C a seconda della stagione. La Bora, inoltre, è un vento "basso", originato da masse d'aria fredda discendente, infatti in alta quota non s'avverte, ed ha direzione costante; tale direzione è determinata dalla posizione del solco vallivo lungo il quale scende al mare. Sul Carso la Bora ha un moto abbastanza regolare ed una velocità non molto elevata in quanto la corrente d'aria trova maggior possibilità di espandersi, ma dopo aver superato il ciglione dell'altopiano che si eleva alle spalle di Trieste ad un'altezza media di 300 mt., precipita sulla città e sul mare con una velocità che va rapidamente aumentando. Nel golfo, più al largo, il vento trova una base di scivolamento orizzontale più uniforme, riprende allora a fluire con velocità più regolare. Sul mare la bora prosegue sempre secondo la stessa direzione di provenienza, su un fronte largo circa 30 Km e si smorza rapidamente ai lati, perciò lungo la costa friulano-veneta la sua intensità è molto diminuita. La Bora, quale deflusso di aria fredda, ha uno spessore di circa 400 metri nella stagione estiva e 800 metri in quella invernale. Sull'altopiano carsico la velocità della Bora è i 4/5 di quella della città, essa è più uniforme e più tesa, le raffiche sono meno violente, il vento però risulta notevolmente più freddo. Scendendo al mare la sua temperatura aumenta per compressione adiabatica di 3°- 4°, perciò anche nei mesi più freddi poche sono le volte che, in regimi di Bora, la temperatura dell'aria a Trieste si abbassa sotto lo zero. Si deduce pertanto il perchè, dati solo 380 mt circa di dislivello, la temperatura tra centro città e l'altopiano carsico varia di ben 4 - 6 gradi a seconda della pressione al suolo e dalla temperatura del mare.

Autore : Fabio Bartolomei

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum