Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il fronte freddo

Scopriamo come si forma e cosa comporta la sua presenza.

MeteoLive school - 12 Luglio 2002, ore 11.10

Le perturbazioni organizzate sono formate sempre da 3 settori ben distinti, soprattutto quando sono ancora giovani e attive: settore caldo (del quale abbiamo già parlato in un’altra occasione), settore freddo e zona di occlusione. Queste zone , così ben delineate, si creano a causa delle correnti generate da un centro di bassa pressione usuale. Infatti, una figura barica del genere, tende a risucchiare “carburante” e umidità da tutte le parti, “pescandolo” da masse d’aria a temperatura completamente diversa; oltretutto, se la depressione riesce ad attivare anche delle correnti in quota, i contrasti si fanno ancora più marcati. Le varie masse d’aria a temperatura diversa tendono a organizzarsi in “blocchi” ben separati, cominciando a ruotare attorno al minimo. Il fronte freddo è la linea immaginaria che delimita l’avanzata dell’aria fredda all’interno della depressione; è la massa d’aria più veloce nel movimento, perché è più pesante dell’aria calda e quindi riceve una spinta maggiore. A causa della sua densità, l’aria fredda tende a incunearsi al di sotto dell’aria calda sollevandola con forza e provocando la formazione di nubi a sviluppo verticale: i cumuli e i cumulonembi. Queste nubi sono in grado di provocare rovesci o temporali, spesso anche di forte intensità; per questo motivo non è raro osservare il cielo e poter dire con sicurezza che quello in arrivo è un fronte freddo. Infatti, quando il ramo caldo della perturbazione è già passato da ore e i venti si sono calmati, se il settore freddo si avvicina, il vento da S tende ad aumentare nuovamente di intensità. A questo fenomeno è associato un calo più o meno brusco della pressione; il cielo tende a coprirsi verso ovest e si sentono in lontananza i primi tuoni. Nella foschia dovuta all’aria umida, ad un certo punto su tutto l’orizzonte che va da SW a NW si incomincia ad intravedere una striscia nettamente più scura, così lineare che sembra tracciata con una riga. Nonostante il vento continui ad essere meridionale e intenso, questa striscia di nubi avanza da ovest verso est, e i tuoni, assieme ai lampi, si fanno più intensi e frequenti. Ormai il fronte freddo è vicino; se guardiamo il barometro la pressione smette improvvisamente di scendere e fino a che la striscia di nubi non è arrivata a pochi chilometri da noi il vento continua a soffiare costante. Rapidamente, però, la corrente ruota e comincia a provenire da W, stavolta più irregolarmente e con raffiche potenti; la temperatura intanto crolla e la pioggia imperversa assieme a lampi e tuoni; il fronte freddo ci è passato sulla testa. Per una mezz’ora il tempo rimane pessimo, con vento, pioggia intensa e temperatura relativamente bassa; lentamente però verso ovest si aprono schiarite, al di là delle quali si notano altri cumuli immersi in un cielo molto più limpido e di colore celeste, quasi verdolino. La pressione risale velocemente e il tempo migliora; a questo punto però, bisognerà fare i conti con l’aria fredda e instabile che sta affluendo in quota. Il riscaldamento del terreno dovuto al sole, in queste situazioni, può provocare ancora residui rovesci, tendenti comunque ad attenuarsi gradualmente. La fenomenologia descritta è tipica di un fronte freddo atlantico piuttosto intenso, e non sempre si presenta in questi termini; anzi, spesso non ci possiamo accorgere del suo passaggio perché le piogge all’interno della perturbazione tendono ad intensificarsi, e successivamente attenuarsi gradualmente. In generale, comunque, il settore freddo di una depressione è quello più attivo e vivo dal punto di vista dei fenomeni che può provocare.

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 23.32: A26 Genova-Gravellona Toce

rain

Straripamenti causa pioggia nel tratto compreso tra Svincolo Di Carpugnino (Km. 181,4) e Svincolo D..…

h 23.29: A2 Napoli-Salerno

coda

Code causa viabilità esterna non riceve a Cava De' Tirreni (Km. 42,9) in uscita in direzione da S..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum