Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Il barometro non sempre è affidabile

Come mai a volte la lancetta segna “pioggia” e poi non piove? E come mai alte volte si orienta su “bel tempo” mentre la nostra zona è interessata da pioggia battente?

MeteoLive school - 17 Febbraio 2004, ore 13.49

Chi non possiede un barometro nella propria abitazione? Sicuramente molte persone lo possiedono e si affidano agli spostamenti della sua lancetta per stabilire il tempo che farà. Il barometro comune, ovvero quello “a lancetta”, viene definito “aneroide”. L’aumento o la diminuzione della pressione atmosferica viene rilevato al suo interno da una serie di cerchi concentrici metallici, che subiscono delle dilatazioni o delle compressioni. Tale materiale metallico è collegato ad una molla, che a sua volta è collegata alla suddetta lancetta visibile sul quadrante. Un aumento della pressione determina una contrazione degli elementi al suo interno. Questa viene trasmessa alla molla, il cui movimento tenderà a spostare la lancetta in direzione della scritta “bel tempo”. Naturalmente quando la pressione diminuisce succede il contrario e la lancetta si porterà in direzione della scritta “pioggia”. Per un osservatore profano, quindi, risulta abbastanza semplice individuare la tendenza del tempo delle prossime ore, allineando la lancetta interna con una esterna facilmente manovrabile. Tuttavia, l’affermazione “ bassa pressione - brutto tempo e alta pressione - bel tempo” non sempre viene rispettata. Capita, a volte, che la pressione sia molto bassa, ma il cielo risulti quasi sereno. Altre volte la pioggia può scendere copiosa sulla nostra zona nonostante la pressione sia piuttosto alta. Come mai succede ciò? Se la nostra zona si trova in vicinanza di catene montuose molto elevate, come le Alpi, in occasione di correnti aeree piuttosto intense, vi possono essere delle differenze anche considerevoli della pressione atmosferica tra gli opposti versanti. Analizziamo il caso dell’arco alpino. Esso è disposto ortogonalmente ai flussi meridiani delle correnti. Se le correnti dominanti sono settentrionali, sui settori sopravvento a tali correnti, ovvero a nord delle Alpi, vi sarà un accumulo di massa d’aria che induce la pressione atmosferica all’aumento. Viceversa, sul lato sottovento, non essendoci l’azione di impatto dei venti sui contrafforti montuosi, vi sarà una sorta di “deficit” di massa d’aria, che si ripercuote sulla pressione, facendola addirittura crollare. In questo caso un abitante di Milano o di Torino vedrà la lancetta del suo barometro dirigersi pericolosamente in basso, fino quasi a sfiorare la parola “ tempesta”, ma l’azione di “schermo” offerta dall’arco alpino nei confronti delle correnti settentrionali garantirà sulla zona tempo buono, a discapito di quello che “sostiene” in barometro. Il divario pressorio presente tra il sud e il nord delle Alpi indurrà l’entrata del vento di caduta (Favonio), con repentini aumenti termici. Questo vento, di conseguenza, serve a “riempire” il deficit di massa d’aria presente al sud delle Alpi. Difatti, dopo alcune ore di Favonio, la pressione torna lentamente a salire. Nel caso di correnti meridionali, invece, succede l’esatto contrario: l’accumulo di massa d’aria, questa volta, risulta essere manifesto a sud delle Alpi, dove si registra un lieve aumento della pressione. L’effetto di ammassamento delle correnti meridionali, però, provocherà anche piogge intense e temporali. In questo caso, quindi, un aumento di pressione non è sinonimo di ritorno del bel tempo, ma di un’ulteriore accentuazione di questo effetto, con probabili piogge persistenti. Solo dove non sono presenti catene montuose elevate il barometro acquista valore di buon previsore del tempo. In queste zone, difatti, l’aumento o la diminuzione della pressione è imputabile solo ed esclusivamente al transito di aree di bassa e di alta pressione, con condizioni meteorologiche conseguenti.

Autore : Paolo Bonino

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum