Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gli anticicloni nel mondo

Dove sono situati? Ne esistono altri così estesi da essere paragonabili alla figura barica azzorriana?

MeteoLive school - 14 Giugno 2003, ore 10.05

Durante l’estate noi siamo abituati a sentir parlare spesso dell’anticiclone delle Azzorre, un campo di alta pressione che solitamente arriva a proteggere le nostre regioni dalle perturbazioni atlantiche, portandoci temperature elevate ma umidità relativamente bassa. In realtà questa figura barica è sempre presente nel corso dell’anno, ma durante l’inverno si ritira verso l’Atlantico centrale, creando così un “buco” sull’Europa, dove le grandi depressioni artiche possono sfogarsi. Il suo dominio è molto vasto, tanto che nel corso dell’estate è possibile osservare un anticiclone esteso dalle coste orientali degli Stati Uniti fin quasi sui Balcani; ma non si tratta dell’unico anticiclone dinamico presente nell’Emisfero Boreale. Difatti normalmente sull’Oceano Pacifico fra Giappone e California si staglia un’altra figura di alta pressione molto estesa; forza ed estensione sono paragonabili a quelle dell’anticiclone delle Azzorre. In generale non sono presenti altre strutture simili, ma solamente alcuni deboli centri anticiclonici a latitudini artiche, fra il 70° e l’80° parallelo nord. Per quanto riguarda l’Emisfero Australe? La maggiore estensione degli oceani in rapporto a quella della terraferma, fa sì che a latitudini tropicali si presenti una vera e propria fascia anticiclonica dinamica, che presenta massimi relativi in pieno Oceano Pacifico, nel Sud Africa e nel deserto australiano. Passando a trattare gli anticicloni termici, e ricordando che essi possono formarsi solamente in condizioni particolari, ricordiamo il famoso anticiclone Russo-Siberiano, il più conosciuto nel nostro Paese. Ma esistono altre figure simili: l’anticiclone Groenlandese (generato direttamente dai ghiacci presenti sull’Isola e spesso presente sia in inverno che in estate) e l’anticiclone delle Aleutine (fra lo Stretto di Bering ed il Giappone). Nell’Emisfero Australe è difficile osservare la formazione di figure termiche di alta pressione, a causa della limitata estensione di eventuali zone soggette a nevicate copiose (ad eccezione delle Ande, dove solitamente la formazione di anticicloni termici è assicurata fra luglio e settembre). Intuitivamente verrebbe da pensare che un vasto anticiclone termico possa interessare l'Antartide, visto che essa è perennemente ricoperta da uno spesso strato di ghiaccio; in realtà (per cause dinamiche molto complesse) alle basse latitudini australi è sempre presente un robusto ciclone che non permette la formazione di figure bariche "antagoniste".

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 12.01: A24 Roma-Teramo

incidente

Incidente a Colledara-San Gabriele (Km. 136,3) in uscita in entrambe le direzioni dalle 11:57 del..…

h 11.55: A18 Messina-Catania

coda rallentamento

Code causa traffico intenso a Svincolo Taormina (Km. 35) in uscita in direzione Messina uscita co..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum