Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Gli altocumuli lenticolari

Cosa sono? Che indicazioni ci danno?

MeteoLive school - 13 Dicembre 2003, ore 10.09

Fra i vari tipi di nube ne conosciamo alcuni che ci indicano l’arrivo di aria instabile (gli altocumuli castellani), altre che ci avvisano dell’arrivo di aria più calda ed umida (cirri, cirrostrati, altostrati), altre ancora che in alcuni casi ci informano sul possibile imminente arrivo della nebbia (gli strati bassi). Le informazioni che però possiamo raccogliere osservando il cielo sono spesso molto più numerose ed evidenti di quanto possiamo immaginare; in particolare quando un cambiamento del tempo (in peggio o in meglio) è imminente, i segnali sono solitamente chiari e ben definibili. Ad esempio se alle alte quote soffia un vento piuttosto sostenuto (magari a causa del passaggio di una corrente a getto), e se la massa d’aria da esso trasportata è costretta a scavalcare un rilievo o una catena montuosa, si generano quelli che vengono chiamati “altocumuli lenticolari”. Infatti i venti che si sviluppano negli strati medi e bassi dell’atmosfera a causa del passaggio di un intenso ramo di una corrente a getto alle alte quote, impattano con tale violenza contro i crinali montuosi (ad esempio a 2-3 km di quota) da costringere la massa d’aria trasportata a salire repentinamente verso l’alto; questo provoca la stessa reazione nello strato atmosferico superiore (anche 200-300 metri più in alto), che magari contiene aria più umida. Il vapore acqueo quindi si condensa, dando vita a queste formazioni nuvolose che in qualche modo ”incappucciano” il rilievo; una volta superato l’ostacolo però la potenza dei venti in quota provoca svariati “rimbalzi” della massa d’aria trasportata dalle correnti, e di conseguenza nel versante sottovento della montagna possono formarsi numerose nubi a forma (approssimativa) di lente, tutte parallele fra loro e distanti anche svariati chilometri. Ma il passaggio di una corrente a getto quali conseguenze porta? Di solito essa apre o chiude un periodo di tempo variabile o addirittura perturbato: quindi se notate le nubi lenticolari dopo un periodo di bel tempo, allora aspettatevi un peggioramento, oppure (se siete sul versante sottovento del rilievo interessato) un episodio di “Foehn” più o meno intenso; al contrario se dopo un periodo con piogge o temporali osservate l’arrivo degli altocumuli lenticolari, allora attendetevi un certo miglioramento del tempo (oppure ancora una volta un episodio di Foehn se siete nelle vicinanze del versante sottovento del rilievo).

Autore : Lorenzo Catania

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum