Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Come si riconosce e quali conseguenze ha un FRONTE CALDO?

Nubi come i cirri o i cirrostrati sono solitamente le sue avanguardie. Gli effetti variano dall'estesa copertura nuvolosa con precipitazioni deboli o moderate dell'inverno ai temporali pre-frontali in talune situazioni di canicola estiva.

MeteoLive school - 9 Marzo 2005, ore 10.28

Spesso nelle previsioni che annunciano un'imminente fase di maltempo si dice che la perturbazione "sarà preceduta da correnti umide meridionali" oppure nelle carte sinottiche (quelle con i fronti di vari colori e le isobare) si notano delle linee curve rosse con delle piccole gobbe. Si tratta dei fronti caldi o dei rami caldi delle perturbazioni. Cosa rappresentano esattamente quelle linee? Si tratta di linee ideali (perché non hanno un'estensione così esatta ma si deformano anche in corrispondenza di monti, pianure o tratti di mare) che delimitano al suolo l'arrivo di aria più calda su territori precedentemente occupati da aria fredda. Quando e perché precedono la perturbazione? Nel nostro emisfero le masse d'aria all'interno delle circolazioni depressionarie si muovono in senso antiorario. Generalmente e semplicisticamente l'aria fredda affluisce dai quadranti settentrionali e l'aria calda da quelli meridionali. Dall'incontro-scontro tra le due nascono i sistemi nuvolosi, le perturbazioni e le precipitazioni. Se il vortice e la perturbazione ad esso collegata si muovono da ovest verso est (come avviene nella maggioranza dei casi) la parte più calda è la prima a raggiungere una determinata regione. Se il vortice si muove in senso retrogrado (da est verso ovest) si è raggiunti prima dal ramo freddo e in molti casi solamente da quello. Perché i fronti caldi danno origine alle nuvole? Nei pressi di quella linea rossa descritta finora, l'aria calda inizia a salire sopra l'aria più fredda preesistente, raffreddandosi per espansione e condensando l'umidità in essa contenuta sotto forma di nuvole, cristalli di ghiaccio, pioggia o neve. Come si riconosce un fronte caldo? Le prime nubi che si osservano all'avvicinarsi del fronte caldo sono i cirri e i cirrostrati (quelle nuvole filamentose che producono delle velature), poi seguono gli altostrati (nubi leggermente più dense) e si hanno le prime piogge. La pressione atmosferica inizia a diminuire quando il fronte si trova ancora a 500-800 km di distanza e raggiunge il suo minimo nell'atto del suo passaggio. Quali effetti produce di solito un fronte caldo? Un'estesa copertura nuvolosa formata essenzialmente da nubi stratificate, ossia a modesto sviluppo verticale (poiché modeste sono le velocità ascendenti che danno luogo alla nuvolosità) tra cui anche altostrati e nembostrati, le nubi più dense che danno luogo alle precipitazioni. Di solito si hanno delle piogge o delle nevicate (in base alla temperatura della colonna d'aria sottostante) di debole o moderata intensità ma piuttosto continue, spesso dei rovesci, soprattutto all'approssimarsi dell'aria più fredda. Esistono però delle casistiche molto diverse per l'inverno e per l'estate. Specificando meglio? In inverno i fronti caldi sono solitamente molto sviluppati perché spesso incontrano masse d'aria decisamente più fredde e i contrasti sono maggiori. Le conseguenze sono quelle appena descritte. In estate invece hanno un'estensione più ridotta a causa del caldo preesistente ma a volte capita che il fronte caldo in arrivo sia comunque più freddo della canicola che stazionava su una regione. In quei casi si possono originare anche dei cumulonembi con dei caratteristici e talvolta violenti temporali pre-frontali.

Autore : Simone Maio

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità

h 03.22: A1 Roma-Napoli

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Ceprano (Km. 643,3) e Pontecorvo (Km. 658,3) in direzione Napol..…

h 03.13: A14 Bologna-Ancona

incidente

Incidente nel tratto compreso tra Allacciamento Ramo Casalecchio (Km. 9) e Bologna Borgo Panigale (..…

Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum