Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Week-end a rischio dissesto idrogeologico sui versanti esteri alpini

Diverse giornate dominate da ventilazione nord-occidentale hanno permesso la caduta di molta neve sino a bassa quota su gran parte dei versanti esteri delle Alpi. Entro il prossimo fine settimana una grande massa d’aria mite atlantica verrà convogliata sul nostro continente associata all’arrivo di pioggia sino ad alta quota. Questo determinerà una precoce fusione del manto nevoso. Rischio alluvionale sui versanti esteri delle Alpi?

MeteoLive Zoom - 11 Dicembre 2012, ore 14.00

La depressione prevista invadere l’Europa dalla seconda metà della prossima settimana prenderà vita da una violenta uscita del getto d’alta quota che partendo dalla regione canadese riuscirà a spingersi sino al nostro continente. Il getto molto potente “sparato” verso l’Europa non riuscirà, almeno in un primo momento a generare degli adeguati scambi meridiani. Si attiverà quindi un flusso piuttosto teso di venti occidentali con isobare molto strette ed imponente avvezione di aria calda in direzione di Mediterraneo ed Europa centrale.

Negli ultimi 10 giorni un letto di fredde correnti nord-occidentali hanno trasportato frequenti irruzioni di aria fredda di origine artica marittima determinando l’accumulo di parecchi centimetri di neve sui versanti esteri delle Alpi. L’abnorme e spropositato riscaldamento della temperatura previsto dal prossimo fine settimana determinerà una rapida fusione del manto nevoso sino a quote piuttosto elevate per il periodo. Il letto di correnti occidentali innescati dalla depressione trascineranno poi l’umidità dall’oceano direttamente contro il baluardo alpino. Da qui prenderà nuovamente vita il fenomeno dello Stau con pioggia sin oltre i 1500 metri di altitudine.

Alla caduta della precipitazione piovosa andrà così associandosi la rapida fusione del manto nevoso generando una grande massa d’acqua in discesa da monte verso valle.

Possibili episodi alluvionali in arrivo il prossimo week-end tra Alpi francesi ed Alpi svizzere?

Difficile poter affermare con certezza una previsione di questo tipo. Stando agli aggiornamenti attuali l’apice del riscaldamento è previsto nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 dicembre con persistenti precipitazioni che interesseranno la Svizzera e le Alpi francesi. L’arrivo della pioggia scioglierà bruscamente e sino a quote elevate la neve depositata su queste località.

Da qui l’invito a prestare attenzione in merito il possibile/probabile ingrossamento di fiumi e torrenti nei settori sopraccitati.

Quanto durerà la fase mite prevista a metà mese?

Leggi qui: http://meteolive.leonardo.it/news/In-primo-piano/2/Quanto-durera-la-fase-mite-di-meta-mese-/39750/ di Paolo Bonino.

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum