Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Uno sguardo alla prima decade di novembre: arriverà la PIOGGIA?

Gli ultimi aggiornamenti a nostra disposizione mettono in luce l'arrivo (possibile ma non ancora sicuro) della PIOGGIA sul nostro Paese in occasione del primo weekend di novembre. Vediamo nel dettaglio analisi sinottica e possibile evoluzione su scala italiana.

MeteoLive Zoom - 28 Ottobre 2017, ore 16.00

Appaiono in rialzo le quotazioni per un evento di natura piovosa che sarebbe in grado di coinvolgere il bacino centrale del Mediterraneo entro il primo weekend di novembre. La linea di tendenza tracciata dai modelli, acquista importanza dalle nuove conferme messe in luce quest'oggi, sabato 28 ottobre, dai principali centri di calcolo, la cui previsione appare ad oggi abbastanza allineata verso uno scenario comune. Dopo una lunga, lunghissima fase di venti settentrionali imposta dalla presenza di una anomala persistenza anticiclonica sull'ovest del continente, la prima decade di novembre potrebbe almeno in parte interrompere questa perseveranza, proponendo finalmente un disegno sinottico diverso, nel quale una massa d'aria fredda di origine polare-marittima, riuscirebbe a scavare un corridoio proiettato verso l'Europa occidentale, laddove andrebbe a costituirsi una saccatura foriera di maltempo.

Tale figura di bassa pressione sarebbe in diretta comunicazione col Vortice Polare ed avrebbe quindi le carte in regola per avanzare sul bacino centrale del Mediterraneo, senza disperdere vigore. 

Un ruolo di primaria importanza verrebbe svolto dal cut-off, cioè il minimo chiuso di bassa pressione evidenziato dai modelli già nel breve termine a sud della Groenlandia e poi a medio termine (giovedì 2, venerdì 3) nei pressi del Portogallo. Quest'ultimo verrebbe poi riagganciato da un ramo della corrente a getto polare, dal quale trarrebbe linfa vitale grazie ai nuovi apporti d'aria fredda che ne ricostituirebbero le fondamenta portanti, consentendogli poi di avanzare verso l'Europa centrale ed il Mediterraneo come vera e propria saccatura.

Il nostro Paese ne sarebbe coinvolto a partire da sabato 4 novembre, attraverso un aumento della nuvolosità ed una disposizione del vento dai quadranti meridionali con precipitazioni pronte ad intervenire lungo il Tirreno. L'apice del passaggio perturbato tra domenica 5 e lunedì 6 novembre con precipitazioni organizzate in vista per le regioni del centro e del nord. Un miglioramento del tempo potrebbe verificarsi non prima di martedì 7 novembre, accompagnato da una riduzione modesta delle temperature ad opera di masse d'aria fredda polare-marittima. 

La previsione necessita ovviamente di conferme e purtroppo le insidie da affrontare non saranno poche. 

Seguite con attenzione gli aggiornamenti su METEOLIVE.IT


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum