Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

SUPER ANTICICLONE: analizziamo le giornate più calde

Ecco COSA dovremo aspettarci nella giornata di massimo splendore del nostro anticiclone, una analisi alla colonna d'aria che graverá sulla nostra testa.

MeteoLive Zoom - 11 Ottobre 2017, ore 16.30

Vi sono diversi elementi che impressionano noi previsori nella struttura del grande anticiclone che nei prossimi giorni verrà alimentato da una massa d'aria molto mite di origine subtropicale oceanica. In un periodo stagionale così avanzato, viene messa fuori gioco l'ingerenza delle masse d'aria africane, la palla al balzo verrà quindi lasciata all'oceano che grazie alla sua inerzia, è in grado di conservare molto più calore sia nelle sue temperature superficiali che nelle masse d'aria che gravano sopra la sua enorme estensione.

Appurato come tale anticiclone poggi radici in un accumulo consistente d'aria calda che ancora risiede nella fascia subtropicale del vicino oceano Atlantico (il quale spiega anche lo sviluppo frequente di Uragani), grazie ad una combinazione predisponente di fattori che include una forte attività delle depressioni extratropicali legate all'approfondimento del Vortice Polare, va da sè come tali masse d'aria si trovino giocoforza richiamate verso la fascia delle medie latitudini, andando in tal modo a conquistare agevolmente il territorio europeo. 

Il periodo di maggior vigore del nostro anticiclone è previsto tra venerdì 13 e domenica 15 ottobre; saranno in assoluto le giornate più stabili e calde, secondo le prime stime, al piano isobarico di 850hpa (circa 1500 metri) graveranno sull'Europa centrale isoterme comprese tra +12°C e +15°C, degne del periodo estivo. I valori risulteranno molto miti anche ad alta quota, con isoterme stimate sino a -10°C al piano isobarico di 500hpa che verrà a trovarsi molto in alto, sino a sfiorare i 5600 metri di altitudine.

Ne potrebbe derivare una risalita dello zero termico sin oltre i 4000 metri di quota, con una grande parentesi di tempo secco e mite pronto a manifestarsi anche in quota.

Le temperature previste al suolo nel fine settimana saranno degne del periodo estivo, alcune stime mettono in luce valori sino a +23°C/+25°C nelle zone interne dell'Italia centrale e meridionale, +22°C/+24°C sulla Valpadana. Ancora incerta la trama barica al suolo che potrebbe fare la differenza tra un cielo coperto da nubi basse e da nebbie oppure una condizione di completo soleggiamento. 

A presto per nuovi dettagli. 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum