Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Ondata di FREDDO sull'Europa in terza decade: l'ipotesi di Reading

Importanti novità emergono questa mattina dal modello inglese ECMWF che, con i suoi nuovi aggiornamenti esegue una brusca virata verso l'ipotesi di freddo in terza decade di febbraio. Ci sarà da crederci? Ecco qual'è il pensiero di Meteolive questa mattina.

MeteoLive Zoom - 12 Febbraio 2014, ore 11.30

Già da un paio di giorni vi abbiamo messo in guardia in merito ad un possibile goal in zona cesarini dell'inverno in Europa entro la terza decade di febbraio. Una simile evoluzione in ambito europeo, sarebbe agevolata da un'ondulazione del getto zonale che, dopo avere imperversato sul nostro continente proponendo in modo forsennato l'avvicendarsi continuo di fronti e perturbazioni, rallenterebbe la presa, consentendo l'avvio di alcune dinamiche maggiormente meridiane, in grado di convogliare più efficacemente il freddo verso il continente europeo.

Il rallentamento del getto zonale, trarrebbe origine da una modifica sostanziale della circolazione atmosferica oltreoceano; la zonale così esasperata che abbiamo avuto sinora, è infatti derivata da un evidente sbilanciamento del Vortice Polare canadese sul settore orientale del Nord America, mentre la parte occidentale (settore pacifico) è stato per gran parte dell'inverno occupato da una attiva zona di alta pressione che è ora prevista in graduale attenuazione, sostituita dalla strutturazione di una circolazione depressionaria.

Il ritiro del lobo freddo del Vortice sul settore orientale canadese e sull'Alaska, potrebbe regalare all'Europa qualche chance in più di avere delle elevazioni anticicloniche in sede atlantica, agevolando così la strutturazione di una dinamica circolatoria di tipo freddo sul nostro continente. Dopo alcuni run dall'esisto più incerto, il modello inglese ECMWF dirotta  il proprio cluster ufficiale in questa direzione, promuovendo per l'Europa entro la terza decade del mese, l'avvio di una dinamica dal sapore veramente invernale.

La corsa ufficiale del modello americano GFS non è però dello stesso parere, continuando a promuovere anche su distanze temporali rivolte a lungo termine, un pattern "ne carne ne pesce", a metà strada tra i primi anticicloni dal sapore vagamente primaverile, e le solite depressioni atlantiche piovose e miti. Solo guardando nel suo complesso le previsioni "Spaghetti d'Ensemble" emerge da questo quadro una forte incertezza di fondo, confermata proprio attraverso quei cluster di previsione che vedrebbero per la terza decade di febbraio, un considerevole calo delle temperature.

In buona sostanza, nulla ancora può essere affermato con certezza, la forbice previsionale rimane ancora troppo alta per potersi sbilanciare verso una o l'altra direzione ma quest'oggi qualche leggero passo in avanti verso l'ipotesi di freddo sul finire dell'inverno, pare essere stato fatto.

Seguite gli aggiornamenti.


 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum