Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

Nubi ed instabilità potrebbero condizionare il Paese sino ai primi giorni di maggio

Un nuovo canale ciclonico sull'Europa occidentale potrebbe influenzare il tempo dell'Italia a partire dal prossimo week-end: continue conferme

MeteoLive Zoom - 20 Aprile 2013, ore 12.15

La breccia aperta alla struttura anticiclonica che ha dominato il tempo i giorni scorsi, potrebbe non rimarginarsi tanto in fretta. Se si esclude una breve parentesi anticiclonica che coinvolgerà alcuni settori d'Italia durante la Festa Della Liberazione, il resto del periodo atmosferico pare dominato da una profonda "voragine" del geopotenziale poco ad ovest dell'Italia.

A favorire tale situazione ci pensa la strutturazione di una zona anticiclonica nel pieno oceano Atlantico, dove i valori di pressione e di geopotenziale saranno superiori al normale. Saltuariamente questo anticiclone tenterà delle sortite verso nord, agevolando lungo il suo fianco orientale delle discese di aria fredda artico-marittima che andrà a rinnovare le condizioni cicloniche sul Mediterraneo occidentale.

Al momento questa evoluzione viene proposta sia dal modello americano GFS sia da quello inglese ECMW. Pochi sono gli scostamenti da ambo i modelli, sia come dinamica della discesa fredda su Europa e Mediterraneo occidentale, sia a livello di tempistiche.

Quali conseguenze sull'Italia?

La strutturazione di un ampio corridoio depressionario sull'Europa occidentale, esporrà il nostro Paese al rinnovamento di condizioni d'instabilità. Addensamenti e precipitazioni andranno concentrandosi soprattutto sull'Italia settentrionale dove il tempo seguiterà ad essere interessato dal passaggio di alcuni corpi nuvolosi. In queste condizioni, giornate caratterizzate da precipitazioni più tranquille, saranno alternate ad altre dove l'instabilità accesa dal forte irraggiamento solare di fine aprile, agevolerà la formazione di rovesci e temporali.

Seppur in misura minore questa situazione potrebbe influenzare il tempo anche delle regioni centrali, mentre il mezzogiorno sarà più frequentemente interessato dalla risalita calda sciroccale che impennerà le temperature rendendo l'atmosfera più secca e soleggiata.

Sul fronte delle temperature, segnatamente nelle regioni del nord, i valori potrebbero risultare complessivamente inferiori alla media. Questo sarà in parte provocato dalla persistenza di nuvolosità in un contesto spiccatamente variabile, dall'altro sarà provocato dalla persistenza di un geopotenziale piuttosto basso, con infiltrazioni di aria fresca nord-atlantica che continueranno ad imporre la loro voce, tenendo lontana l'influenza delle masse d'aria calda subtropicali.

I valori di temperatura potrebbero invece risultare in linea col periodo stagionale al centro ed al sud.

Seguite gli aggiornamenti.


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum