Scrivi una località, una regione o una nazione per ottenerne le previsioni del tempo
Località Data aggiornamento Quantità neve Impianti
MeteoLive NEWSLeggi tutte le news ›

NEVE FORTE in arrivo sui versanti adriatici centrali e meridionali: ecco le quote neve e gli accumuli

Proviamo a fare un pò di chiarezza in merito alle nevicate che dalle prossime ore colpiranno soprattutto i versanti adriatici centrali e meridionali. A che quota potranno vedersi i candidi fiocchi? Quanto sono stimate attualmente le quote neve?

MeteoLive Zoom - 25 Novembre 2013, ore 16.00

A partire già dalle prossime ore, una colata di aria piuttosto fredda per il periodo, scivolerà lungo il fianco orientale dell'anticiclone posto ad ovest dell'Italia determinando un calo diffuso delle temperature e l'arrivo di neve a bassa quota su alcuni settori del Paese. Sulle regioni settentrionali avremo a che fare con un tipo di freddo piuttosto secco, caratterizzato da una generale assenza di precipitazioni e da nuvolosità piuttosto scarsa, sulle regioni centrali e meridionali (segnatamente versanti adriatici) la comparsa della neve appare ormai un evento abbastanza certo.

Quali saranno le giornate complessivamente più perturbate?

La colata d'aria fredda in arrivo sull'Italia, trascinerà al suo interno una "goccia" d'aria molto fredda anche in quota (-35 alla quota di 500hpa) che porterà i suoi effetti soprattutto sulle regioni centrali e meridionali del Paese. Le giornate complessivamente più perturbate saranno quella di domani, martedì 26 e mercoledì 27. Successivamente il rinforzo del Vortice Polare alle alte latitudini atlantiche ed europee, determinerà uno stiramento dell'alta pressione dall'oceano Atlantico sin verso i settori centrali dell'Europa e del Mediterraneo. Così facendo andranno gradualmente chiudendosi i rubinetti dell'aria fredda in arrivo sull'Italia, con un conseguente aumento della temperatura diffuso un pò a tutto il Paese. Nonostante la posizione assai invadente dell'alta pressione, potrebbe tuttavia esserci spazio per un secondo affondo perturbato a carattere freddo entro il prossimo fine settimana. 

Su quali regioni si giocheranno le maggiori probabilità di vedere la neve?

I settori adriatici centrali e meridionali saranno le zone d'Italia che più di altre si giocheranno la probabilità di neve sino a quote molto basse. Le regioni più colpite dall'arrivo della precipitazione solida saranno costituite dal trittico Umbria, Marche, Abruzzo. Stiamo quindi parlando dei settori centrali adriatici, area dove dovrebbero concentrarsi le precipitazioni più consistenti. La neve farà tuttavia visita anche nei settori adriatici meridionali, previsti fiocchi anche sul Molise e sulla Puglia, seppur a quote un poco più alte. 

Sino a che quota riuscirà a spingersi la neve?

L'ingresso dell'aria fredda alle quote superiori sarà piuttosto consistente, tuttavia trattandosi di una delle prime colate d'aria fredda "invernali" della stagione, essa non troverà al suolo un profilo termico adeguato a portare temperature veramente rigide nei bassi strati atmosferici. In buona sostanza questa massa d'aria fredda dovrà "lottare" contro uno strato di calore ancora presente negli strati di atmosfera prossimi al suolo. In conseguenza di questo, nonostante le isoterme piuttosto rigide previste alle quote superiori, la neve ben difficilmente riuscirà a conquistare le quote pianeggianti dei settori adriatici. I fiocchi riusciranno a spingersi molto in basso sui settori adriatici centrali (quota neve 200 metri su Umbria - Marche - Abruzzo). I fiocchi faranno la loro comparsa solo oltre i 300-500 metri sui settori adriatici meridionali (Puglia - Molise)

Quanti centimetri potrebbero cadere? 

Rispondere a questo quesito si dimostra spesso e volentieri difficile e talvolta fallimentare, tuttavia la presenza di uno Stau attivo per diverse ore lungo i settori adriatici, rappresenta per le zone del Paese sopraccitate, un buon deterrente per assistere a nevicate anche di un certo rilievo. Potrebbero cadere sino a 40-50 centimetri di neve sui settori centrali adriatici (Umbria Marche e Abruzzo) ma solo a quote superiori i 500 metri. a quote più basse l'accumulo risulterà decisamente più contenuto (pochi centimetri). Accumuli di neve minori sulle regioni del basso adriatico, i centimetri previsti andranno da 20-30 nelle aree del Molise poste oltre i 600 metri, sino ai 5-10 centimetri della Puglia, solo a quote di media e alta collina. 

 


Autore : William Demasi

Questa pagina: Stampa Invia Favoriti | Condividi: Altro
Webcam
Vedi tutte
Satellite
Immagini e foto dal satellite

Immagini dal satellite

Guarda le ultime immagini inviate dal satellite Meteosat 8, da 36.000 km di altezza.

Visualizza
Editoriali
Leggi tutti
Newsletter

Iscriviti subito!

Scrivi la tua email

Ogni giorno riceverai le nostre previsioni meteorologiche direttamente nella tua casella e-mail!

Info Viabilità
Leggi tutti
Dal FORUM
Vai al forum